“L’événement” sarà nei cinema a ottobre, Sorrentino su Netflix e poi la corsa all’Oscar

“È stata la mano di Dio”

Già in sala “Qui rido io”, “Dune” e “Il collezionista di carte”. In arrivo Almodovar, “America Latina” e “Freaks out”

Spenti i riflettori al Lido e arrotolato il red carpet, per i film della 78ª Mostra del cinema inizia il viaggio nelle sale cinematografiche.

Non tutti, come succede sempre, arriveranno nei cinema italiani, ma i più premiati certamente sì. Difficilmente, per esempio, sarebbe sbarcato nelle nostre sale “L’événement”, ma il complesso e controverso film di Audrey Diwan ha vinto il Leone d’oro, sorprendendo un po’ tutti, e quindi potremo vederlo al cinema in ottobre con il titolo “12 giorni”. Sono invece già in programmazione da alcuni giorni due dei film che hanno raccolto applausi e critiche positive a Venezia: “Qui rido io” di Mario Martone e “Il collezionista di carte” di Paul Schrader.


Per vedere invece “The dog power” (Il potere del cane) che è valso il premio veneziano come miglior regista a Jane Campion bisognerà aspettare il 1° dicembre e fare l’abbonamento a Netflix: il film infatti uscirà in contemporanea mondiale solo sulla piattaforma e in un numero limitato di sale cinematografiche solo negli Stati Uniti.

E lo stesso destino riguarda anche “È stata la mano di Dio” di Paolo Sorrentino, che a Venezia si è guadagnato il Leone d’argento e il premio “Mastroianni” come migliore attore giovane al protagonista Filippo Scotti. Anche questo film uscirà su Netflix il 15 dicembre e nei giorni precedenti in un numero limitato di sale italiane. Per il film di Sorrentino, poi, si profetizza già la corsa per gli Oscar del 27 marzo 2022. La potentissima produzione Netflix e i precedenti successi oltreoceano del regista napoletano (“La grande bellezza”Oscar nel 2014, e la serie Netflix “The young Pope”) sembrano un viatico assai promettente in questo senso. Sorrentino però predica prudenza: «Oscar? Mi sembra tutto prematuro, bisogna fare i passetti uno alla volta. Siamo contenti del Leone d’argento, poi da domani ci sediamo con la grande squadra di questo film e vediamo il da farsi».

Non c’è invece ancora una data di uscita per “Il buco”, il film di Michelangelo Frammartino che racconta una grande impresa speleologica in Calabria nel 1961 e che al Lido si è aggiudicato il Premio speciale della giuria. Per quanto riguarda gli altri film italiani in concorso a Venezia, il 28 ottobre arriverà nei cinema “Freaks out” di Gabriele Mainetti, mentre il 25 novembre sarà in sala “America Latina” dei fratelli D’Innocenzo.

Da Venezia arriveranno anche film attesi come “Madres paralelas” di Pedro Almodovar, Coppa Volpi a Penelope Cruz come migliore attrice: nelle sale italiane dal 28 ottobre. Il 5 novembre (ma per ora solo negli Stati Uniti) uscirà “Spencer” di Pablo Larrain, con Kristen Stewart nei panni di Lady Diana. Per l’uscita italiana la data non è ancora nota. E non c’è ancora una data di uscita (ed è un peccato) anche per “On the job 2: The missing 8” del filippino Erik Matti, applaudito da pubblico e critica al Lido e premiato con la Coppa Volpi al protagonista John Arcilla. Fra i fuori concorso, infine, è già in distribuzione “Dune” di Denis Villeneuve, mentre il 14 ottobre uscirà “The last duel” di Ridley Scott.

© RIPRODUZIONE RISERVATA