Lavori al Regio di Torino e il teatro si sposta in tanti luoghi simbolo

torino. Si chiama “Regio Metropolitano”. È il progetto di teatro diffuso: il Regio di Torino chiude per opere di adeguamento e rinnovamento dell’impianto scenico, in modo da trasformare la struttura antica in «uno teatri più tecnologicamente all’avanguardia d’Europa» , ma la stagione non siferma. Si trasferisce in altri luoghi, da ottobre a gennaio.

Regio Metropolitano proporrà 32 appuntamenti tra opera, balletti e concerti sinfonici e corali. Accanto agli appuntamenti in musica, ci saranno interessanti collaborazioni con il Museo Egizio, l’Accademia Albertina di Belle Arti, l’Archivio di Stato e Musei Reali. Il Conservatorio Verdi di Torino apre le porte al Teatro Regio ospitandone alcuni concerti; Anche il teatro Colosseo entra a far parte della “squadra del Regio”.


L’Accademia Albertina è al fianco del Teatro Regio e mette a disposizione la sede per presentare gli eventi e condividere i programmi. no. In tutto sono dodici i partner di questo progetto di teatro diffuso. Fra questi da ricordare anche la Chiesa del Santo Volto e il Lingotto, oltre al museo Egizio. «È incredibile quanto il Regio sia nel cuore della città – osserva il commissario straordinario Rosanna Purchia – si sta realizzando con questa “stramba”idea una sorta di grande famiglia della cultura». —