Bocelli con la chitarra canta “Che sarà” malgrado la pioggia

Andrea Bocelli sul palco del Teatro del Silenzio 2021

Tre interruzioni per il maltempo, 8mila presente totali, emozionante il duetto tra il tenore e la figlia Virginia

LAJATICO. Andrea Bocelli che resta sul palco mentre piove, prende la chitarra e comincia a cantare “Che sarà”, intrattenendo il pubblico impossibilitato a lasciare il proprio posto. È una delle scene che resteranno nella mente degli spettatori presenti alla seconda e ultima serata del Teatro del Silenzio 2021 - sabato 24 luglio -, quella del ritorno sul palco in mezzo alle colline nei dintorni di Lajatico. Un’altra immagine è quella del tenore che canta con la figlia di 8 anni, Virginia, che ha già destato interesse per le sue doti canore. Un duetto concluso da un abbraccio tenero e commovente, frutto di un’emozione unica vissuta in una serata interrotta per ben tre volte dal maltempo.

Un’edizione condizionata dalla pandemia, quella di quest’anno, in cui stelle dello spettacolo e ospiti vip hanno dovuto forzatamente dare forfait. Ma senza i lustrini dello star system, probabilmente, è emersa la musica e la grande capacità di Bocelli di stare di fronte a un pubblico che non smette di amarlo. Ottomila le presenze complessive nei due spettacoli. Numeri bassi rispetto alla normalità, ma segnano comunque un ritorno alla vita per uno show che regala sempre emozioni speciali.


Del resto, una scenografia naturale con quel paesaggio unico arricchito da elementi preziosi come la Clio Dorada, la scultura alta dieci metri di Manolo Valdes sono in grado di far innamorare chiunque. E quest’anno, lo spettacolo intitolato “Il Maestro della bellezza”, organizzato da City Sound & Events con la direzione artistica di Alberto Bartalini, non ha deluso le attese.

Ora ci sarà da capire le intenzioni della produzione e di Andrea Bocelli rispetto all’edizione dell’anno prossimo che, si spera, dovrebbe essere quella del vero e proprio ritorno alla normalità dopo questa maledetta pandemia.