I fratelli Piccirilli. Da Massa agli Usa per realizzare opere d’arte

La famosa statua del Lincoln seduto di Washington realizzata anche grazie al lavoro dei fratelli Piccirilli

Domenica viene presentato un libro inedito sulla loro avventurosa vita negli Stati Uniti

MASSA. Domenica 25 Luglio, alle 21.15 in piazza Mercurio, nell’ambito dell’iniziativa estiva “Biblioteca in piazza” organizzata dalla Biblioteca civica S. Giampaoli di concerto con l’amministrazione comunale, sarà presentato il libro inedito in Italia “Attilio Piccirilli: Life of an american sculptor”.

Il raro volume, edito negli Stati Uniti nel 1944, è stato acquistato dalla sezione di Massa di Italia Nostra e, nell’occasione, sarà donato alla Biblioteca Civica di Massa.


Il libro di quasi 500 pagine, riccamente illustrato, narra la straordinaria vicenda degli scultori Piccirilli, sei fratelli nati tutti a Massa e che, immigrati negli Stati Uniti, fondarono e condussero per decenni il più importante laboratorio di scultura di New York, realizzando un numero notevole di opere per la città, ma anche per altri luoghi degli States, in seguito a prestigiose committenze.

Ricordiamo, fra le tante, il celebre Lincoln seduto di Washington.

Si tratta di rendere ulteriormente nota una vicenda ricca di interessanti aspetti sia artistici sia biografici, che era stata completamente dimenticata nella città natale e anche in America, ma che ultimamente ha ritrovato memoria storica grazie a studi e ricerche che ne hanno riportata alla luce la straordinaria ricchezza ed interesse.

I relatori che animeranno la serata, sono Silvano Soldano, Carmen Rusconi e Marco Betti.

Loro ripercorreranno i fatti biografici della famiglia Piccirilli a Massa, la formazione artistica giovanile di Attilio con la sua prima opera massese, lo sviluppo della sua ampissima produzione americana, in cui la dimensione di artista si somma all’abilità artigianale del glorioso laboratorio.

È un modo per ricomporre una memoria al contempo locale e internazionale che, per quanto svoltasi in lontananza, arricchisce comunque significativamente il patrimonio storico-artistico di Massa, ponendo la città alla sorgente di una vicenda che certamente troverà in un futuro prossimo importanti riconoscimenti ufficiali.

L’incontro sarà trasmesso anche in diretta Facebook dalla pagina della Biblioteca civica S. Giampaoli. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA