Matteo Cesca “Garibaldissimo”: cabaret e musica, si ride in piazza

Matteo Cesca

L’artista in scena con “Caro amico ti schivo” sul palco anche il maestro Meme Lucarelli

LIVORNO. “Garibaldissima – La piazza dei mille spettacoli”, entra nella quarta settimana di programmazione.

La rassegna del Comune realizzata con la Fondazione Lem per riqualificare culturalmente piazza Garibaldi cala un tris d’assi di tutto rispetto, all’insegna della comicità più pura e del divertimento (sempre ad ingresso libero). Stasera alle 21.30 arriverà sul palco “Caro amico ti schivo” lo spettacolo di Matteo Cesca, cabarettista lucchese noto per le sue apparizioni a Colorado su Italia 1 e per far parte del trio comico Cesca-Pasqui-Marmugi con Paola Pasqui e Claudio Marmugi.


Cesca presenterà un monologo comico aggiornato ai tempi della pandemia, tra cabaret e musica accompagnato dalle improvvisazioni sonore del maestro Meme Lucarelli.

Domani sarà la volta di Marco Conte che torna a “Garibaldissima” dopo il successo della settimana precedente, con la seconda puntata di “Livorno Amore Mio”, il suo personalissimo atto d’amore a Livorno, città che ha accolto l’attore quando era bambino e che lui non ha più lasciato – un monologo che è anche un viaggio nella memoria e nel tempo tra ironia, nostalgia e comicità.

Giovedì terzo asso nella manica del cartellone è lo spettacolo in esclusiva di Max Galligani, cabarettista pratese di Zelig Off e del Lab Zelig Livorno dove interpretava il “Comico Fragile”. Galligani è una maschera comica potentissima, un attore brillante con un curriculum cinematografico da urlo. Ha recitato infatti nel “Pinocchio” di Roberto Benigni, in “Lucignolo” di Massimo Ceccherini, ha preso parte a “N” e “Baci e Abbracci” di Paolo Virzì, ad “Andata e ritorno” di Alessandro Paci e a molti altre commedie del nostro cinema.

La rassegna “Garibaldissima”, ideata e diretta da Claudio Marmugi, ha uno schema semplice che ha incontrato il favore del pubblico: porta in scena ogni martedì, mercoledì e giovedì uno spettacolo di alta qualità (musica, teatro, cabaret), della durata di sessanta minuti, sul palco in muratura della piazza edificato lì dall’amministrazione comunale anni fa ma usato poco. Gli attori e i musicisti recitano senza scenografia, come sfondo solo la piazza, la statua di Garibaldi, la città. Informazioni. L’ingresso non necessita di prenotazione ed è consentito fino ad esaurimento posti, con distanziamento da normativa Covid. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA