Ciclo Brahms con Mehta e Orchestra del Maggio

firenze. Alternati alla verdiana “Forza del destino” con la regia di Carlus Padrissa della Fura dels Baus (ancora tre repliche: domani e mercoledì 16 alle 20, sabato 19 alle 15,30) proseguono gli appuntamenti sinfonici del Maggio musicale fiorentino numero 83. Che ora puntano dritto su Johannes Brahms. Il programma comprende un ciclo che si concluderà il 6 luglio, artefice un titanico Zubin Mehta alla testa dell’Orchestra del Maggio, affiancato da quatto solisti di spicco del panorama internazionale, quali il violinista Pinchas Zukerman, la violoncellista Amanda Forsyth, i pianisti Daniil Trifonov e Daniel Barenboim. Nei cinque appuntamenti verranno eseguite non solo le quattro sinfonie del compositore tedesco, ma anche quattro tra i suoi concerti più importanti. Il 12 tocca al doppio concerto op. 102 per violino, violoncello e orchestra ancora con Zukerman e Amanda Forsyth mentre il 18 (replica il 21) verrà eseguito il concerto op. 15 per pianoforte e orchestra, alla tastiera Daniil Trifonov. Infine il ciclo si chiude il 6 luglio quando Daniel Barenboim sarà protagonista del concerto op. 83 per pianoforte e orchestra. È un mese fitto di impegni quello che attende Zubin Mehta con l’Orchestra del Maggio. Infatti a quelli già ricordati si aggiunge la trasferta ad Atene. Nella capitale ellenica il 14 giugno Mehta, affiancato da Zukerman, porta un doppio Brahms: il concerto op. 77 per violino e orchestra e la sinfonia numero 2. —G.R.