Dante: Benigni vuole una scuola di lettura

MACERATA. Una scuola di lettura per portare nel mondo la musica poetica di Dante. A invocarla è stato Roberto Benigni, che ierie ha aperto l'evento organizzato in diretta social dall'Università di Macerata, in collaborazione con il Liceo classico "Leopardi", per presentare in anteprima nazionale il terzo capitolo di un progetto editoriale dedicato alle letture dantesche dell'attore e regista toscano. Progetto in tre volumi, che ha preso le mosse nel 2015 su iniziativa di Franco Musarra, professore emerito di letteratura italiana all'Università Cattolica di Lovanio.

L'intervento di Benigni è stato preceduto dai saluti del rettore di Macerata. «Vorrei tanto che in Italia ci fosse una scuola di lettura, così come l'America manda nel mondo i suonatori di jazz, noi dovremmo mandare nel mondo la nostra musica poetica più possente che è quella di Dante», ha spiegato Benigni che si è soffermato in particolare sulla difficoltà di leggere gli accenti che Dante usa nella Divina Commedia. —


© RIPRODUZIONE RISERVATA