C’è Rocco Siffredi nel video di Lialai

La giovane cantante carrarese contatta il re del porno su Instagram, e lui accetta di fare l’attore per lanciare il nuovo singolo “Kill me”

carrara. L’idea è a suo modo geniale. Che sia poi andata a buon fine è un’altra delle sorprese che a volte il mondo dello spettacolo riserva al di là dei lustrini, dei falsi scoop e delle mosse da showbiz. E così Rocco Siffredi diventa il protagonista del video che accompagna “Kill me”, il nuovo singolo della cantante carrarese Caterina Lalli, in arte Lialai. Una bella promozione, non c’è che dire.

«Gli aveva mandato un messaggio privato su Instagram e lui ha subito accettato. Non riesco ancora a credere a quello che è accaduto – racconta Caterina – sono da sempre una fan di Rocco. Ho provato per gioco a contattarlo su Instagram, senza nessuna aspettativa, ma la sua risposta non è tardata ad arrivare». Il re del porno nel videoclip del regista romagnolo Samuele Sbrighi rappresenta un rapinatore, che insieme a Lialai mette a segno un colpo in banca indossando la maschera dell’ex presidente degli Stati Uniti, Donald Trump. Un gioco di seduzione che si trasforma in una trappola per il rapinatore. Dopo il colpo viene sedotto e poi abbandonato. «Interagire con lui sul set – aggiunge Lialai – è stato molto semplice è una persona sensibile, sa come metterti a tuo agio, ti dà carica e sicurezza. Mi piacerebbe che quanto successo a me fosse un esempio per tutti i giovani: credete nei vostri sogni e fate di tutto per realizzarli».


Caterina ha creato il personaggio di Lialai come trasposizione di una parte di se stessa che esiste, o forse vorrebbe esistere. Questo era il nome che i suoi genitori avevano inizialmente pensato di darle. «Mi è sempre piaciuto – prosegue – per questo l’ho scelto come nome d’arte. Lialai è una donna ingenua e innamorata, che poi, delusa da un grande amore, diventerà spietata e senza cuore, un personaggio vuoto che non prova emozioni, se non quella di vendicarsi del genere maschile. Ecco perché alla fine del video lascia incatenato Rocco nel letto e scappa con il bottino». —