Nuovi servizi a supporto delle produzioni video

PRATO. Si allarga in Toscana la rete di infrastrutture a supporto delle produzioni cinematografiche e audiovisive. Un ruolo decisivo in questo senso lo svolge Prato. Che mentre lancia il progetto di un polo di servizi formativi avanzati, amplifica gli spazi e le potenzialità delle Manifatture Digitali, ospitate nell’antico complesso Santa Caterina, che dal 2017 offrono supporto, tecnico e operativo, a chi sceglie la Toscana come set.

Una crescita che vede ora a fianco delle aule per la formazione e del laboratorio di sartoria, l’allestimento di un’area dedicata all’animazione, l’apertura di una galleria espositiva e l’inaugurazione di una sala polifunzionale destinata alla didattica. «Il progetto – spiega Stefania Ippoliti di Fondazione Sistema Toscana – è volto a cogliere le opportunità offerte dalla transizione digitale, con l’obiettivo di creare a Prato un centro di eccellenza a disposizione di tutto il Paese, ma anche in grado di creare nuove collaborazioni con l’industria culturale, la pubblica amministrazione e le imprese». Gli obiettivi della nuova struttura si possono così riassumere: aumentare l’attrattività della Toscana per le produzioni cinematografiche; offrire opportunità di specializzazione a chi vuole lavorare nel settore dell’audiovisivo, riposizionando vecchi mestieri e saperi artigianali in un’industria che richiede professionalità sempre più qualificate e specializzate; utilizzare il prodotto audiovisivo come volano di innovazione e sviluppo economico». — G.R.