Morto Tabìo Aveva diretto “Fragola e cioccolato”

L’AVANA. Il regista e sceneggiatore cubano Juan Carlos Tabìo è morto all’Avana all’età di 77 anni. Lo ha riferito in una nota l’Istituto cubano di arte e industria cinematografica (Icaic). Tabìo è considerato una figura di spicco del cinema cubano e autore di lavori riconosciuti a livello internazionale.

Tra le sue opere, spicca innanzitutto “Fragola e cioccolato”, film co-diretto con Tomas Gutierrez Alea e vincitore dell’Orso d’argento a Berlino nel 1994, che tratta della difficile situazione degli omosessuali a Cuba alla fine degli anni Settanta, attraverso la storia di un’amicizia tra un figlio di contadini fedele alla rivoluzione castrista e un intellettuale omosessuale. Altro film di successo apparso anche sugli schermi italiani è “Guantanamera” (1995), anch’esso diretto con Gutiérrez Alea e presentato in concorso alla 52ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia. Il presidente di Cuba, Miguel Díaz-Canel, ha manifestato il suo cordoglio in un messaggio postato su Twitter, definendo Tabìo «uno degli imprescindibili del cinema cubano». —