Il ritorno di “Sex and the City” ma Samantha non ci sarà

NEW YORK. Il sesso torna nella città. Hbo Max ha commissionato un revival di “Sex and the City” : il tempo passa per tutte e le eroine superstiti della serie (sì, perché nell’attesissimo sequel Samantha non ci sarà) saranno arrivate al traguardo della menopausa. A 23 anni dal primo episodio, il nuovo capitolo si intitolerà “And just like that” (E proprio così) e andrà in onda con Sarah Jessica Parker, Cynthia Nixon e Kristin Davis, tre delle quattro star del cast originale. Co-protagonista di sfondo la New York delle mille luci, così diversa dalla città semi-abbandonata per l’epidemia da Covid. Kim Cattrall, che nella serie aveva avuto la parte della disinibita Samantha Jones, non parteciperà ai nuovi episodi che seguono le avventure di Carrie Bradshaw (la 55enne Parker), Charlotte York (Davis, 55) e Miranda Hobbes (Nixon, 54) una volta superata la soglia dei 50 anni.

Il revival sarà di dieci episodi di mezz’ora ciascuno. La produzione dovrebbe cominciare a New York in primavera. L’assenza di Samantha ha fatto discutere e arrabbiare i fan. Tra la Cattrall e la Parker d’altro canto non correva buon sangue da tempo: in un’intervista del 2017 l’attrice aveva confermato di aver chiuso con la parte e implorato il team creativo – già sotto accusa per l’incredibile “bianchezza” della serie – di trasferire il ruolo a un’attrice di colore. Non è chiaro ancora cosa succederà adesso nel revival: se ad ereditare il ruolo sarà un’attrice afro-amercana o latina, o se gli autori decideranno di uccidere Samantha, approfittando di una recidiva del cancro al seno che aveva colpito il personaggio nell’ultima stagione della serie.


Basato sui libri della sex columnist Candace Bushnell, “Sex and the City” debuttò nel 1998 e fu un grande successo lanciando i quattro personaggi delle trentenni newyorchesi che navigavano tra carriere, amicizie e la perenne ricerca dell’amore della vita, sempre sfoggiando incredibili abiti haute couture sui vertiginosi tacchi a spillo di Manolo. Lo show andò poi avanti per sei stagioni, ritornando infine per due film dopo una pausa di quattro anni. Nel frattempo la Parker ha girato qualche film, la Nixon ha sfidato Andrew Cuomo candidandosi a governatore di New York, mentre la Davis ha adottato due figli dedicandosi a missioni filantropiche in Africa. —