I tratti in nero dei volti aspettano un sorriso, così Tonelli dipinge l’uscita dall’emergenza

«L'idea - spiega Tonelli – è nata nel periodo in cui sono rimasto isolato a Montescudaio: lanciare un messaggio di speranza, con gli strumenti dell'arte, durante la pandemia i volti sono il nostro specchio nel tempo in cui il necessario utilizzo delle mascherine ci nega il dono del sorriso».

Da giugno trecento disegni sugli sportellini di acqua e luce a Montescudaio: dopo il virus la bocca sarà fatta in rosso