Guida galattica per seguire il Mandaloriano e Baby Yoda

The Mandalorian, su Disney +

Lo spinoff di Star Wars sta riscuotendo un grande successo. Ecco quello che dovete sapere prima di iniziare a guardarla su Disney +

Una premessa: dimenticatevi le spade laser, i jedi e l’eterna lotta tra il bene e il male. Con l’acquisizione della Disney, la saga di Star Wars (una volta si diceva Guerre Stellari) ha preso tutta un’altra direzione ed è diventata un brand che sforna personaggi e nuove avventure dai contorni più sfumati.

Così, con l’avvento della piattaforma Disney+ arriva una serie nuova di zecca chiamata The Mandalorian che sta riscuotendo in tutto il mondo consensi unanimi. Anche per la comparsa del tenero Baby Yoda, un personaggio in fasce che ricorda il vecchio e saggio maestro di Luke Skywalker.

Baby Yoda

Ma andiamo con ordine. Per avventurarci nella serie, praticamente un western in salsa galattica, è bene avere chiari alcuni punti importanti.

L’ambientazione

Ci troviamo sempre «in una galassia lontana lontana» e il tempo della storia è quello che corre tra il film "Il ritorno dello jedi" (l’ultimo della trilogia canonica) e "il risveglio della Forza" (il primo della terza trilogia) . L’impero è stato sconfitto e nella galassia c’è la Nuova Repubblica. Ma le forze oscure non sono completamente scomparse, sono soltanto sopite e tramano per tornare al potere nascondendosi nei pianeti frequentati da malfattori. Nessuno dei personaggi dei film origina li fa parte del cast.

Il protagonista

Si sa pochissimo di Din Djarin, chiamato "Mando". È un grande guerriero ma soprattutto un cacciatore di taglie: si guadagna da vivere recuperando persone, importa poco che siano dalla parte del bene o del male. Basta essere pagati. È interpretato da Pedro Pascal, attore cileno naturalizzato statunitense. Il suo volto però è sempre coperto da un elmo come vuole la tradizione del suo personaggio. Mando infatti è uno dei mandaloriani. Non sono un vero e proprio popolo ma una società fondata su clan e gruppi composti da membri di diverse specie: ci sono soprattutto orfani che vengono reclutati per diventare soldati. La loro "dottrina" considera la battaglia e la guerra fonte di onore ed orgoglio.baby yoda

La serie

Mandalorian deve gran parte della propria fama al piccoletto verde con le orecchie a punta, chiamato dai fan appunto "Baby Yoda". Malgrado le sembianze di un infante, la creaturina ha già 50 anni. Tutto fa pensare che appartenga alla stessa specie del grande Yoda, il maestro di Luke Skywalker. I fan lo hanno amato da subito, tanto che è diventato il protagonista di centinaia di meme in giro per il web. Ancora non è chiaro quali siano le sue origini, nella serie viene chiamato solo "The child", e se effettivamente sia imparentato con lo Yoda originale, morto ne L’Impero colpisce ancora. Il suo ruolo però è importantissimo. Anzi, è il vero motore di tutta la storia.

La trama

Non vi preoccupate. Non vi sveliamo nulla. La trama è abbastanza semplice e, sebbene si inserisca all’interno di una saga ben più grande, non c’è alcuna connessione diretta con i film usciti al cinema. Dentro ci sono avventure, sparatorie, mostri e ovviamente le battaglie negli spazi infiniti della galassia. Anche il più neofita del mondo Star Wars è in grado di seguire senza alcuna difficoltà. C’è da dire che la serie è appena cominciata, quindi potrebbero esserci sorprese: la Disney ha scelto di non far uscire tutti gli episodi insieme ma di snocciolarli di settimana in settimana. --