Anche la stupidità ha le sue regole: la lezione di un economista a teatro