Pistoiese, inizio soporifero e Teramo infierisce

Il gol di Gennari che fa accorciare le distanze alla Pistoiese (Foto Nucci)

Inutile la reazione degli arancioni che hanno messo alle corde gli ospiti ma senza riuscire a recuperare il doppio svantaggio

PISTOIA. Una prima mezz’ora estremamente deficitaria costa carissimo alla Pistoiese che perde in casa con il Teramo. La partita finisce 2-1 per gli ospiti, bravi a sfruttare un avvio soft della squadra arancione. La versione opaca e a lungo anche rinunciataria dell'Olandesina vista in campo al Melani avrebbe anche potuto meritare un pareggio, perché l’ultima mezz’ora è stato un assalto all’arma bianca, senza però mai costruire e trovare la zampata decisiva. Mister Sassarini continua a dare fiducia al solito undici, eccezion fatta per lo squalificato Ricci, sostituito con Moretti a livello di nome e da Sabotic a livello di posizione. Nei primi quindici minuti però il Teramo castiga due volte la Pistoiese, annichilendo gli arancioni in campo e i tifosi sulle tribune. Al 7’ apre le marcature Viero con un tiro a giro da dentro l’area. Il raddoppio arriva al 16’: Bernardotto difende un pallone e fa da sponda a Malotti che parte da oltre sessanta metri, salta Sabotic e poi lascia partire un tiro che non lascia scampo a Pozzi. Il Teramo gioca bene ed arriva ripetutamente nell’area arancione. Anche con il doppio vantaggio non rinuncia a fare la partita, ma la reazione della Pistoiese è timida. Gli arancioni passano al 3-5-2 e dopo due conclusioni velleitarie di Vano riescono a segnare. Al 40’ Pinzauti impegna Tozzo che si rifugia in angolo, dalla bandierina va Castellano e pennella per la testa di Gennari che accorcia le distanze. La prima frazione si chiude senza altri sussulti, mentre la ripresa inizia con l’ingresso in campo di Martina al posto di Santoro. Le squadre sono più lunghe e gli arancioni provano a più riprese a cercare il pareggio, senza però costruire molto. Il Teramo resta vigile e potrebbe segnare ancora con Bernardotto, ma Pozzi è provvidenziale. Nel finale la Pistoiese mette alle corde gli avversari ma manca sempre l’ultimo passaggio, quello per andare in porta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA