Una fragile Pistoiese travolta da una cinica Ancona Matelica

Mattia Gennari contrastato da Sereni dell'Ancona Matelica (Foto Nucci)

Arancioni senza gioco e con troppi vuoti di concentrazione. Gli ospiti, in gol dopo soli otto minuti, finiscono in crescendo

PISTOIA. La Pistoiese sprofonda al cospetto dell’Ancona-Matelica. Al Melani finisce 4-0 per gli ospiti che annichiliscono una squadra arancione inconsistente, senza idee e mordente per novanta minuti. Per la squadra di mister Sassarini è la peggior prestazione della stagione. Il primo turno infrasettimanale mette a nudo tutti i limiti e le carenze di una squadra in evidente confusione sul piano del gioco, schierata con una formazione sbagliata e lasciata in campo senza adeguati correttivi tattici e di uomini. Rispetto alla partita vittoriosa di sabato a Pesaro mister Sassarini cambia un solo elemento dell’undici titolare: Castellano al posto di D’Antoni, passando dal 4-3-3 al 4-3-1-2, con l’ex Livorno alle spalle della coppia Vano-Pinzauti. In campo però la squadra arancione non riesce a ripetere la performance di quattro giorni prima. Al cospetto di un avversario ben organizzato e fisico, ma senza valori oggettivamente superiori agli arancioni, la Pistoiese fatica a costruire e risulta troppo prevedibile. Le fasce vengono sfruttate poco e male, così si crea una sorta di imbuto centrale in cui, complice la pressione dell’Ancona-Matelica, finiscono per perdersi tutti i palloni destinati alle punte. E pensare che la gara era iniziata molto bene per la Pistoiese che dopo nemmeno un minuto aveva già confezionato la prima palla gol, con Castellano bravo a mettere un pallone con il contagiri sulla testa di Vano che però non inquadra lo specchio della porta. Il guaio è che l’Ancona-Matelica passa in vantaggio già all’8’ con un gol di Faggioli, rimasto tutto solo in area dopo un pasticcio di tutta la linea difensiva orange. Sulla rete del vantaggio dei biancorossi la squadra di mister Sassarini protesta, inutilmente, per un presunto fuorigioco non segnalato. La Pistoiese accusa subito il colpo e non riesce più a combinare molto. Dal canto loro gli avversari iniziano anche a giocare duro, con l’arbitro che sorvola su tutto e gli arancioni che invece non si adeguano al tenore della partita. La Pistoiese, troppo attendista e soprattutto poco precisa nel palleggio, non costruisce nulla e la situazione non cambia nemmeno nella ripresa. Anzi, al 60’ arriva pure il raddoppio degli ospiti, ancora con Faggioli. La partita, già compromessa, viene definitivamente blindata al 77’ dall’Ancona-Matelica che trova anche la terza rete con il subentrato Moretti. Nel finale arriva anche il gol di Sereni che certifica la goleada incassata dagli arancioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA