Prato-Doganaccia torna il 25 luglio dopo due anni di stop

Sansoni ha vinto sei edizioni della Prato-Doganaccia

La competizione organizzata dal Csi di Prato è alla dodicesima edizione e Giacomo Sansoni  ne ha vinte addirittura sei, Yuri Gorini ha il miglior tempo

PRATO. Ritorna il ciclismo con la 12° edizione della Prato - Doganaccia, gara medio fondo competitiva aperta a tutti gli Enti della Consulta. L'organizzazione del Centro Sportivo Italiano di Prato con la collaborazione del Sansoni Racing Bike e la Federazione Ciclistica Italiana. Nel 2019 fu il maltempo a fermare la corsa e lo scorso anno la gara non si disputò per le problematiche legate al covid e ora ritorna domenica 25 luglio con partenza alle 8,30 dalla sede della Misericordia di Prato in via Galcianese. Percorso di 80 km, dopo un tratto pianeggiante di trasferimento attraverso Montemurlo, Montale e Pistoia la corsa cronometrata avrà inizio davanti allo zoo di Pistoia, proseguendo con la salita di Femminamorta (mt 865 slm) poi il percorso prosegue attraverso Prunetta, Piteccio, Mammiano, La Lima con l'innesto sulla statale 12 fino al bivio di Casotti e attraverso Cutigliano, Melo l'arrivo alla Doganaccia (mt 1547slm) nelle adiacenze del rifugio Bicocca. Le iscrizioni sono aperte presso il Csi di Prato e domenica alla partenza fino alle 8. Costo di 15 euro con premio di partecipazione, ristori, pasta party all'arrivo. Il servizio di staffette sarà curato dal Moto Guzzi Club di Prato, il servizio di cronometraggio a cura della Federazione cronometristi di Pistoia e ordine di arrivo stilato da giudici Fci. Il servizio sanitario curato dalla Misericordia di Prato con due ambulanze e un medico per tutta la durata della corsa. L'albo d'oro vede sei vittorie di Giacomo Sansoni, due di Matteo Cipriani (vincitore dell'ultima edizione nel 2018) e una di Simone Sguerri e Yuri Gorini che nel 2014 ha realizzato il miglior tempo con 1h 57'20. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA