Sporting Montecatini vince all’esordio contro il Tc Napoli

Leonardo Braccini

I termali del presidente Corsellini si sono imposti per 4-2 sul team campano  Un successo prezioso date le non perfette condizioni fisiche di alcuni giocatori

MONTECATINI. Parte nel migliore dei modi l’avventura dello Sporting club Montecatini nel prestigioso campionato nazionale di B1 di tennis, torneo in cui il livello tecnico si è decisamente alzato negli ultimi anni. Alla finestra nel turno inaugurale per il numero dispari di squadre presenti nel girone (7), il sodalizio del presidente Oriano Corsellini era atteso dal difficile battesimo del fuoco casalingo contro Il Tennis club Napoli. Un confronto incerto ed emozionante dove la squadra termale ha conquistato l’intera posta in palio (4-2 il risultato) dimostrando di avere carattere, personalità e di essere più forte della malasorte con tanti giocatori non al meglio della condizione per acciacchi vari; a cominciare dal numero uno Leonardo Braccini reduce da due operazioni alle anche, per proseguire con lo sloveno Matic Spec alle prese con un problema al polso sinistro, mentre Simone Cacciapuoti, lamentava dolori alla schiena che lo hanno limitato moltissimo al servizio. Ma è un gruppo che ha saputo soffrire, attaccato alla maglia ed al club, che con grande determinazione e altrettanto cuore ha messo a cassa tre punti pesanti come il piombo. Ad aprire le danze i singolari. E se Matic Spec ha avuto vita facile contro Lorenzo Peluso (6-2, 6-3 lo score), più avvincente è stato il match tra Leonardo Braccini e Pietro Manola. L’atleta di casa dopo aver dominato il primo set e avanti 4-2 nel secondo, è riuscito a stoppare la rimonta dell’avversario con un tiebreak ben giocato (6-2, 7-6). Matteo Bindi, persa al tie break la prima frazione, ha poi pagato un break nel secondo set, cedendo di misura a Elio Ramaglia (6-7, 4-6). Davvero sofferta, per Simone Cacciapuoti, la partita contro Marco Sebastiano Zotti, nella quale, a fronte di un evidente superiorità tecnica del nuovo acquisto termale, a far pendere l’ago della bilancia a favore del giocatore ospite sono stati i già citati problemi fisici di Cacciapuoti, (7-6, 3-6, 3-6).

Col confronto in perfetto equilibrio, a regalare la prima affermazione allo Sporting Club, sono state le sfide di doppio, entrambe decise al supertiebreak a 10. Un finale da brividi con le coppie di casa, Braccini-Cacciapuoti e Spec-Bindi, vittoriose sul filo di lana e quasi in contemporanea rispettivamente contro Manola-Ramaglia (6-2, 6-7, 10-8) e Zotti e Peluso (3-6, 6-3, 10-4). «Eravamo consapevoli – spiega il capitano Daniele Balducci – che per poter puntare al quarto posto che significa salvezza diretta, dovevamo sfruttare al meglio il calendario e fare bottino pieno sia contro il Tc Napoli che domenica prossima, sempre fra le mura amiche contro la Torres Sassari . Diciamo che siamo partiti col piede giusto anche se in settimana dovremo valutare bene le condizioni dei tanti acciaccati». —


© RIPRODUZIONE RISERVATA