Pistoiese, la rimonta è tardiva e il ko è servito

Il gol segnato da Baldan

Il Novara si è portato sul 3 a 0 già alla fine del primo tempo, poi i due gol degli arancioni nella ripresa, risultati insufficienti

Una Pistoiese mai doma perde 3-2 a Novara. Il risultato e le ingenuità che fruttano il triplo vantaggio ai piemontesi nel primo tempo sono le note negative di una serata in cui gli arancioni hanno comunque mostrato di non voler morire, sportivamente parlando. Lo hanno fatto sfiorando a più riprese il pareggio in una gara che sembrava già compromessa alla pausa. Nonostante la sconfitta rimane accesa la fiammella della speranza per gli arancioni che sono ancora in corsa per poter giocare i play-out. La Carrarese si è tirata fuori dalla corsa salvezza, ma nel mirino degli orange restano ancora Giana Erminio e Pro Sesto, rispettivamente a nove e otto punti dalla Pistoiese, con gli arancioni quindi ancora padroni del proprio destino e in grado di disputare certamente gli spareggi salvezza in caso di vittoria delle ultime due partite di campionato.



Al Piola la Pistoiese conferma il 3-5-2, schierando anche Varga al centro della difesa e Chinellato nel tandem davanti, nonostante entrambi fossero non al meglio e reduci da una settimana a scartamento ridotto. Il primo tempo degli arancioni è un incubo perché va tutto storto: alla pausa lunga gli arancioni sono infatti già sotto di tre reti, pur senza aver demeritato dal punto di vista del gioco. Semplicemente il Novara tramuta in gol ogni palla pericolosa, approfittando cinicamente di ogni leggerezza degli arancioni. Così Malotti al 22’ apre le marcature trovandosi sui piedi un pallone perso da Mal, Lanini raddoppia al 41’ ringraziando di essere stato dimenticato in area e poi realizza la doppietta personale due minuti dopo finalizzando un contropiede. La Pistoiese invece colleziona angoli, riuscendo però ad avere solo un’occasione, sprecata da Chinellato. Nella ripresa però la musica cambia. Gli arancioni ci credono e al 62' il triplo cambio (fuori Valiani, Spinozzi e Mal, dentro Maurizi, Cerretelli e Stoppa) è la mossa che rimette definitivamente in gara gli arancioni. Stoppa, il più ispirato dei suoi, segna e le occasioni per la Pistoiese fioccano anche nel proseguo della gara. Baldan colpisce il palo, ma cinque minuti dopo la sua deviazione finisce in fondo alla rete. L’occasione per segnare il 3-3 la Pistoiese se la guadagna all’88’, ancora sugli sviluppi di un corner, con Lanni che compie due autentici miracoli, prima su Romagnoli e poi su Momenté. Così la rimonta resta incompiuta, ed è un vero peccato, perché una Pistoiese tanto combattiva e determinata come quella della ripresa avrebbe meritato di riportare almeno un punto prezioso da questa trasferta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA