Buonamici, dg del Monsummano: «Aspettiamo novità per gennaio»

Stefano Buonamici, dg del Monsummano c/5

Il dirigente del sodalizio termale teme che la lunga sosta possa penalizzare l'intero movimento

MONSUMMANO. Dopo aver interrotto gli allenamenti per tutto il mese di novembre, l’Usd Monsummano c5 resterà ai box, come era preventivabile, fino alla fine di questo travagliato 2020. La compagine di mister Andrea Paul Gross, che si presenta per la prima volta ai nastri di partenza del campionato di Serie C1, dovrebbe riprendere la regolare attività, salvo cambiamenti, dal 16 di gennaio. Stefano Buonamici, direttore generale nonché fondatore ben 26 anni fa del club termale (una delle 3-4 società storiche e più longeve del futsal toscano), analizza la situazione e la stagione che verrà: «Dalla videoconferenza svolta una decina di giorni fa con il comitato regionale del calcio a 5, è emersa la voglia e la convinzione di ripartire dopo le festività, seguendo tutti i protocolli e disposizioni in termini di sicurezza. La ripresa delle attività, allenamenti e l’inizio dei campionati è fondamentale per tutto il movimento legato al futsal anche perché, in caso contrario, si perderebbero tante squadre e società. Navighiamo a vista, aspettando novità e conferme. Di sicuro è lo spostamento della data per i trasferimenti dei giocatori a fine febbraio. Poi sarà importante, per dare continuità alle gare e per non dover poi rinviarne troppe mettendo tutto il gruppo in quarantena, l’introduzione del tampone rapido, ad un costo non eccessivo, solo per gli atleti con sintomi del covid» .

«La squadra – prosegue il dg rossoblù – dovrebbe tornare in campo a gennaio e, dopo due mesi e mezzo di stop, sostanzialmente ripartirà quasi da zero con la preparazione. Dovrà essere riprogrammata e gestita in base anche alla formula e struttura del campionato. In linea di massima, anche se manca l’ufficialità e non è ancora stato stilato il calendario, la Serie C1 dovrebbe essere divisa in 2 gironi da una decina di squadre ciascuno e la stagione dovrebbe chiudersi entro la fine di giugno. Abbiamo costruito una buona rosa che ha tutte le qualità e potenzialità per fare bene. Nello spogliatoio e tra i ragazzi – conclude – c’è voglia di partire e di vivere al massimo la prima esperienza del club in un campionato difficile ed impegnativo come la C1». La dirigenza termale vuole ringraziare gli sponsor Eurosanitas srl, Natali & C. Srl, Tabaccheria il Tato, C. S. di Gisinti Paolo srl, Tabaccheria Ricevitoria Romani Flavio, Nicoletti spa, Tabaccheria Ricevitoria Paul Gross, Gasperini Stefano Promotore Finanziario, che saranno al fianco in questa prima storica stagione in C1. —


Giovanni Pazzini

© RIPRODUZIONE RISERVATA