Da Consonni e Guazzini ecco la prima medaglia di color azzurro