La Pistoiese balbetta, rischia e dice grazie a Pisseri

Il portiere arancione para un rigore nel finale che evita la sconfitta contro Gozzano che era passato per primo in vantaggio



La Pistoiese spreca una grande occasione per centrare la prima vittoria casalinga stagionale, non riuscendo ad avere ragione del Gozzano nonostante 45 minuti di gioco in superiorità numerica. Finisce uno a uno, con il solito Gucci che ha risposto al vantaggio dal dischetto di Rolle. E proprio dal dischetto gli arancioni hanno rischiato anche la beffa, visto che soltanto il guizzo di Pisseri ha evitato il gol-vittoria degli ospiti. Primo pareggio dell'anno dunque: un brodino che non può e non deve accontentare Giuseppe Pancaro, che complice le tante assenze (Bordin, Ferrarini, Cappelluzzo e Morachioli) ha riproposto il 3-5-2 senza trovare risposte troppo confortanti. L'equilibrio iniziale è spezzato da un episodio, che legittima il buon avvio ospiti: triangolo nello stretto dei rossoblù, Valiani inciampa involontariamente nei piedi di Concas e lo stende. Rigore solare, trasformato da Rolle che spiazza il portiere. Freddo l'argentino, come fredda è la doccia per i tifosi accorsi al Melani. La reazione, più di nervi che di testa, frutta la prima chance orange: Llamas triangola con Falcone, l'italo-spagnolo insacca ma sul passaggio di ritorno si era alzata la bandierina. Una chiamata al limite. Altro giro, altro episodio: Valiani, voglioso di rimediare al precedente infortunio, inventa un tracciante rasoterra che manda in porta Gucci. Barnofsky lo stende, fallo da ultimo uomo e rosso, anche questo solare. Punizione dal limite di Falcone, Crespi vola nel sette e devia in corner. C'è la scossa, non la continuità, così alla ripresa Pancaro rompe gli indugi e passa al 4-3-3 inserendo Stijepovic. Decisamente più fruttuoso l'ingresso di Cerretelli, che dopo una manciata di secondi fa sponda di testa per la zampata vincente di Gucci. Adesso la Pistoiese si ritrova con mezzora buona a disposizione per provare a vincerla, eppure la spinta propulsiva sembra esaurirsi improvvisamente. L'ingenuità di Camilleri, poi, cambia di nuovo le carte in tavola: il difensore, già ammonito, si allaccia con Pozzebon per fermare il contropiede e si becca il secondo giallo, ristabilendo la parità numerica. Nel finale è il Gozzano a crederci di più, arrivando a un soffio della vittoria: Viti infatti non si accorge dell'avvento di Rizzo che lo anticipa, il fallo è inevitabile e provoca il secondo rigore di giornata. Questa volta però Pisseri si supera dicendo di no allo stesso Rizzo: una grande parata che vale un punto in classifica e dice no a una seconda debacle casalinga. —


La guida allo shopping del Gruppo Gedi