Vialli è tornato in Italia dopo l’Europeo: “È il tempo della gratitudine”, scrive sotto la foto al Santuario della Speranza

Con un post sui social il capo delegazione azzurro si mostra a casa, a Grumello in provincia di Cremona dov’è nato. Era rimasto a Londra dopo l’Europeo

«È il tempo della gratitudine». Reduce dal trionfale Europeo con la Nazionale azzurra, un sorridente Gianluca Vialli si mostra su Instagram davanti al Santuario della Beata Vergine della Speranza, a Grumello, in provincia di Cremona, la sua città natale. Cuffiette, polo dell’Italia e soprattutto i commenti di affetto dei tanti tifosi che dall’Europeo hanno assalito la sua pagina completano il cerchio di uno degli artefici da dietro le quinte del trionfo azzurro.

Il capo delegazione azzurro e “fratellino” del ct, come definito dallo stesso Mancini nel posto di auguri per il suo compleanno durante Euro 2020, è ricomparso con un post su Instagram – sei giorni dopo l’ultima volta – al termine della sua visita domenicale al santuario. Vialli era rimasto a Londra, dove vive, dopo la finale vinta ai rigori, saltando così i festeggiamenti romani, con la visita al Quirinale e Palazzo Chigi e poi la sfilata sul bus scoperto.

(fonte: La Stampa)