La guida. Cosa fare dopo la conferma del tampone positivo

1 minuti di lettura
Per i Casi Confermati (sia sintomatici che asintomatici), l'Assl avvia l’inchiesta epidemiologica attuata telefonicamente da operatori sanitari che devono presentarsi con nome e qualifica e lasciare il riferimento telefonico dello studio-ufficio.

L'inchiesta deve essere tempestiva e  individuare tutti i contatti stretti del caso da 2 giorni prima l’insorgenza dei sintomi sino all’ultimo momento di contatto.

E’ svolta registrando i dati su apposita modulistica/software e i contatti devono essere sottoposti a quarantena con sorveglianza telefonica almeno all’inizio, a 7 giorni e a 14 giorni, fatte salve particolari condizioni. Il medico di medicina generale esta il riferimento unico per la valutazione delle condizioni cliniche del paziente.

In caso di necessità il paziente può rivolgersi all’operatore sanitario dell'Assl che ha attivato l’inchiesta oppure al numero 1500 oppure e al numero verde della propria regione.