Quirinale, ecco i tre "grandi elettori" della Toscana: Giani, Mazzeo e Landi

Eugenio Giani (Pd), Antonio Mazzeo (Pd) e Marco Landi (Lega)

Sono il presidente della giunta regionale, il presidente del Consiglio regionale e il portavoce dell'opposizione

Il presidente della Toscana, Eugenio Giani (Pd), il presidente del Consiglio regionale, Antonio Mazzeo (Pd), il più  votato in aula, e il consigliere Marco Landi, consigliere regionale della Lega e portavoce dell'opposizione: sono i tre delegati toscani che parteciperanno all'elezione del nuovo Presidente della Repubblica, in programma il 24 gennaio a Roma.

L'elezione dei tre grandi elettori, due della maggioranza, a guida Pd, e uno dell'opposizione, si è svolta oggi martedì 18 gennaio in apertura di seduta del Consiglio regionale con voto segreto elettronico a cui hanno partecipato tutti i 41 consiglieri. Mazzeo ha ottenuto 27 voti, Giani 25, Landi 13, ottenendo così la convergenza del centrodestra, quando fino a lunedì 17 gennaio non era stato trovato un accordo. Due voti sono andati alla capogruppo M5s, Irene Galletti, e una scheda bianca.

L'elezione dei tre delegati toscani è stato il primo atto discusso oggi dal Consiglio regionale. Il capogruppo del Pd, Vincenzo Ceccarelli, ha fatto i nomi di Giani e Mazzeo come delegati proposti dalla maggioranza. È una proposta che rispetta "una consuetudine - ha detto Ceccarelli - ma sono anche nominativi autorevoli e rappresentativi, in quanto il presidente Giani è espressione dell'elezione diretta dei cittadini toscani e il presidente Mazzeo del voto dei consiglieri, e quindi sono in grado di rappresentare al meglio la nostra Regione".

Proposta accolta anche dall'alleato di maggioranza Iv, con il capogruppo Stefano Scaramelli che ha confermato il voto di Italia viva per il presidente della Regione e del Consiglio regionale. La capogruppo M5s Irene Galletti ha poi annunciato il voto del movimento a sostegno della candidatura di Mazzeo, ma non di quella del presidente della Regione Giani. Il secondo voto delle due consigliere M5s è infatti andato alla stessa capogruppo Galletti.

Elisa Montemagni, capogruppo della Lega, ha poi preso la parola per proporre il consigliere regionale Marco Landi, come delegato rappresentante dell'opposizione in quanto "organo di garanzia del centrodestra che lo ha eletto in quel ruolo". Diego Petrucci, consigliere Fdi, ha annunciato che il suo partito "sosterrà convintamente il nome di Marco Landi". Così è stato anche per Forza Italia. Il capogruppo Fi Marco Stella ha anche augurato un "in bocca al lupo al presidente Berlusconi" per l'elezione del nuovo presidente della Repubblica.