Vaccini in Toscana, ventimila dosi extra per i bambini. Camper davanti alle scuole

Piano straordinario per contenere il contagio nella fascia 5-11 anni 

FIRENZE. Ventimila vaccini anti-Covid in più per i bambini tra i 5 e gli 11 anni. Le dosi saranno disponibili da oggi – e fino al 31 gennaio – sul portale prenotavaccino.sanita.toscana.it.

La variante Omicron si sta diffondendo in fretta, anche nelle scuole toscane. Ed ecco che la Regione passa all’attacco, aumentando l’offerta di vaccini. Anche per i più piccoli. A oggi sono 33.556 le prenotazioni già prese per i prossimi giorni e 46.242 i vaccini già somministrati, di cui 39.224 prime dosi e 7.018 cicli completi, sempre nella fascia d’età 5-11.


Il dottor Paolo Biasci, presidente della Federazione italiana medici pediatri, spiega che i genitori hanno superato l’iniziale diffidenza nei confronti del vaccino e che ora i loro ambulatori sono pieni di piccoli pazienti da vaccinare. «La variante Omicron è molto contagiosa – spiega il medico – ed è fondamentale che anche i bambini si facciano trovare preparati. In che modo? Con la vaccinazione. Negli ultimi tempi non manca la volontà da parte dei genitori di far vaccinare i loro figli: nei nostri ambulatori accogliamo fino a una cinquantina di bambini ogni giorno. Il problema, però, è che diversi appuntamenti stanno saltando perché alcuni bambini hanno già contratto il Covid-19 o sono in quarantena perché entrati in contatto con un positivo. Bisogna accelerare sulla campagna vaccinale. È questo il momento».

Anche perché di recente – aggiunge il dottor Biasci – i pediatri toscani possono contare su un numero maggiore di fiale di Pfizer pediatrico. «Dalle tre iniziali per ogni pediatra a più del doppio», sottolinea il medico. E mentre restano attivi gli ambulatori dei pediatri, la Regione si prepara a somministrare 20mila dosi di vaccino in più ai bambini di età compresa tra i 5 e gli 11 anni. «Abbiamo deciso di aumentare la disponibilità di vaccini pediatrici per dare un’ulteriore accelerazione alla campagna vaccinale in questa fascia di età – spiega Simone Bezzini, assessore regionale alla Salute – . Garantire una maggiore copertura vaccinale dei più piccoli è il modo migliore per tutelare la loro salute, a partire dai più vulnerabili. Il vaccino resta infatti il principale strumento per tutelare la salute individuale e collettiva e favorire anche la frequenza scolastica in presenza dei ragazzi, in sicurezza. Rivolgo quindi un appello alle famiglie dei piccoli toscani che ancora non lo avessero fatto a prenotare subito la prima dose di vaccino, consapevoli che così facendo tutelano i loro figli e la collettività».

E da lunedì gli studenti toscani avranno a disposizione uno strumento in più per immunizzarsi contro il Covid-19. «Faccio un appello a tutti i genitori ad abbandonare quell’atteggiamento di diffidenza nei confronti dei vaccini riscontrato nella prima fase – commenta il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani – È comprensibile perché si tratta di bambini, ma è per il loro bene. Anche in questo caso stiamo giocando di squadra con Ernesto Pellecchia, direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale per la Toscana ci siamo sentiti e stiamo riorganizzando da lunedì un servizio peculiare della Toscana, il camper delle vaccinazioni vicino alle scuole». «Vogliamo seguire l’indicazione del ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, di creare dei centri vaccinali nelle scuole e, se sarà possibile, lo faremo – conclude Giani – Però è importantissimo che i genitori, al di là di hub e camper, possano seguire il processo di prenotazione. Proprio per questo abbiamo messo a disposizione 13mila vaccini per i “Fraticini”, la struttura nelle colline fiorentine che si è applicata fin dai primi giorni dell’anno».

CAMPER DAVANTI ALLE SCUOLE

"L'obiettivo della Regione quello di ampliare il più possibile la vaccinazione tra 5 e 11 anni, che ci rendiamo conto essere il 25-30%, dobbiamo portare ad un livello più alto, per arrivare all'immunit di gregge. Da lunedì attiveremo il camper, stavolta sarà davanti alle scuole: partiremo dalle 12 alle 14 davanti alla Martin Luther King in via Canova a Firenze, poi renderemo noto la programmazione giorno per giorno, prima su Firenze e poi a livello regionale. Ringrazio il direttore dell'ufficio scolastico regionale Pellecchia". Lo dice il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, a margine di un incontro all'hub Mandela Forum di Firenze per fare il punto sulle vaccinazioni pediatriche. "La vaccinazione dei bambini -  aggiunge - ha un triplice effetto: li protegge, impedisce quel percorso del virus verso le famiglie attraverso i bambini e poi garantisce quella estensione del plateau dell'immunit di gregge che ci vede sopra l'86% e che la vera difesa verso il virus visto che i risultati cominciano ad arrivare. Questa settimana sar la prima in cui il virus manifesta una discesa che io computo nell'ordine del 15%".

© RIPRODUZIONE RISERVATA