Contenuto riservato agli abbonati

Coronavirus, i chiarimenti all'ordinanza di Giani: per tornare a lavorare serve il certificato dell’Asl

Per andare al bar o in palestra è obbligatorio il Green pass, anche in Toscana. I sette punti-chiave da sapere. Se avete domande scriveteci e vi rispondiamo

Puoi uscire di casa. Andare a fare la spesa se hai il tampone negativo. Puoi anche tornare a lavorare - dice la Regione - se ti arriva (via mail) il certificato di avvenuta guarigione dal Covid, da parte dell’Asl. Ma al ristorante, al bar o sull’autobus no, non puoi andare. Tutte queste attività - compreso andare in palestra o al cinema - sono possibili sono a una condizione: che lo Stato abbia riattivato il Green pass sospeso quando è stata contratta l’infezione.

Ecco i chiarimenti che la Regione dà all’ordinanza del presidente della Toscana, adottata per liberare decine di migliaia di pazienti guariti dal Covid senza attendere i tempi della burocrazia sanitaria.


1. Cosa prevede l’ordinanza della Regione Toscana sul fine isolamento?

Prevede che dopo 24 ore dal risultato negativo di un tampone antigienico o molecolare (unito al referto iniziale di positività) un paziente possa uscire di casa. Il tampone per uscire dall’isolamento deve essere effettuato in base alla gravità dei sintomi:

a) dopo 10 giorni di isolamento se una persona è asintomatica o paucisintomatico (pochi sintomi);

b) dopo 7 giorni di isolamento nel caso di terza vaccinazione (booster) o ciclo completo da meno di 4 mesi;

c) in caso di sintomi lievi: dopo 10 giorni isolamento - ridotti a 7 (di cui almeno 3 giorni senza sintomi) nel caso di terza vaccinazione o ciclo completo da meno di 4 mesi.

2. Con il tampone negativo si può uscire di casa?

L’ordinanza della Regione consente a chi è vaccinato, e diventi positivo (senza sintomi, con pochi sintomi o con sintomi lievi) di snellire i tempi burocratici per uscire di casa. Una persona deve registrarsi sul portale della Regione https://referticovid.sanita.toscana.it per avviare il provvedimento automatico di inizio e di fine isolamento. Riempie il questionario, indica quando è diventato positivo e quando è diventato negativo. Dopo 24 ore, con il risultato del tampone negativo comunicato alla Regione può uscire di casa e andare a fare la spesa. Ma nulla di più.

3. Quali documenti servono per tornare a lavorare dopo il Covid?

In base all’ordinanza della Regione Toscana, per tornare a lavorare, oltre al tampone negativo registrato sul portale https://referticovid.sanita.toscana.it (dove si è comunicata anche la data di inizio dell’isolamento) serve un altro documento: il certificato di avvenuta guarigione (o fine isolamento) che deve essere inviato dall’Asl di competenza.Di solito l’Asl invia questo certificato entro 24 ore dalla registrazione sul portale della Regione del referto di tampone negativo. Senza questo certificato di fine isolamento rilasciato dall’Asl è vietato tornare a lavorare.

4. Che cosa succede, però, se il sistema informatico della Regione rilascia il certificato di fine isolamento e il sistema nazionale non “sblocca” il Green pass sospeso quando una persona si è infettata?

Precisiamo, intanto, che parliamo di pazienti positivi che avevano il Green pass perché vaccinati.

Un paziente che è tornato negativo) dopo essere stato contagiato dal coronavirus deve accertarsi non solo di aver ricevuto l’attestato di fine isolamento da parte dell’Asl ma anche di avere di nuovo il Green pass attivo. Se per qualunque motivo (anche burocratico) il Green pass non viene riattivato dallo Stato nelle 24/48 o 72 ore successive alla certificata guarigione dell’Asl, il paziente non può andare al bar,in palestra, al ristorante, al cinema. Non può prendere mezzi pubblici di trasporto: non può svolgere alcuna attività vietata dall’ultimo decreto legge del governo in materia di contenimento della diffusione del virus.

5. Con il solo tampone negativo, ma senza Green pass, i vaccinati che erano posiviti che cosa possono fare?

Se il Green pass non è aggiornato possono solo andare a fare una passeggiata. Se hanno anche il certificato Asl di fine isolamento possono andare a lavorare.

6. Cosa prevede l’ordinanza regionale per un non vaccinato tornato negativo, dopo essere stato contagiato?

Parliamo sempre di persone senza sintomi, con pochi sintomi o con sintomi lievi che, quindi, non abbiano avuto bisogno del ricovero in ospedale. Sul portale hpptps://referticovid.sanita.toscana.it si registra la data di inizio e di fine isolamento. Dopo 24 ore dal tampone negativo, si può uscire. Quando arriva il certificato Asl di fine isolamento, si può rientrare al lavoro e solo quando lo Stato attiva il Green pass (valido 6 mesi) si possono svolgere le attività previste per legge.

7. Ma se una persona non è in grado di registrarsi sul sito della Regione?

Secondo quanto prevede l’ordinanza regionale, le Asl devono attivare tutti i canali possibili per garantire assistenza a persone fragili, anziane o con difficoltà con la tecnologia.

***

Per chiedere spiegazioni e chiarimenti basta scrivere una mail con i propri riferimenti a filodiretto@iltirreno.it: entro 48-72 ore verrà fornita una risposta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA