Contenuto riservato agli abbonati

Cade la lavagna alla scuola elementare di Livorno: feriti bimbo di 6 anni e maestra

L'ingresso della scuola Micheli di Livorno (foto Stefanini/Silvi)

Una vecchia lastra di ardesia si è staccata dalla parete. Ha ceduto il supporto di legno

Livorno. La vecchia lavagna d’ardesia si è staccata dalla parete di un’aula della scuola primaria “Micheli” a Livorno. La pesante pietra si è abbattuta sulla maestra che in quel momento, poco prima delle 11 di ieri, stava svolgendo la sua lezione ai bambini di una prima classe. Colpito anche l’alunno di sei anni che era accanto all’insegnante, proprio sotto la lavagna.

Ci sono stati momenti di grande paura nell’edificio comunale di piazzale XI maggio, nella zona di San Marco, con l’intera classe spaventata e la maestra che chiedeva aiuto. Un incidente abbastanza insolito, che ha rischiato di avere conseguenze molto più gravi di quelle che ha avuto. L’insegnante Anna Lisa Rabbaglietti, 45 anni, di Livorno, è stata soccorsa dalla Croce Rossa e trasportata all’ospedale di Livorno con un trauma cranico e alcune contusioni. Qui è stata sottoposta a tutta una serie di accertamenti e nel tardo pomeriggio è stata dimessa con una prognosi di alcuni giorni. Il bimbo in lacrime ha ricevuto i primi soccorsi del 118 nell’aula, mentre la scuola ha informato la famiglia. D’accordo con il medico del 118, è stato il padre a accompagnarlo al pronto soccorso dove poi è stato trattenuto per una notte sotto osservazione. La maestra, così è stato detto, ha cercato di proteggere il bambino. Ma la pesante lastra li ha colpiti entrambi facendoli cadere a terra.


La lavagna era stata appesa alla parete dagli operai del Comune. Ma non sarebbero stati questi ultimi a cedere all’improvviso facendo cadere la pesante lastra. L’ancoraggio ha tenuto, stando a quanto è stato spiegato dopo il sopralluogo dei tecnici comunali, della dirigente scolastica e del responsabile della sicurezza dell’istituto comprensivo “Micheli-Bolognesi”.

A rompersi è stato il supporto di legno che “incornicia” la vecchia lavagna, posizionata vicina a quella multimediale. «Nella maggior parte delle aule – spiega la dirigente scolastica Cecilia Semplici – abbiamo lasciato insieme alle moderne lavagne anche quelle vecchie d’ardesia». In passato la lavagna crollata ieri mattina non aveva dato alcun segnale di cedimento. «Non ci aspettavamo niente del genere, il personale della scuola è attento nei controlli, la lavagna risultava fissata al muro regolarmente – aggiunge Semplici – comunque sono già state attivate tutte le verifiche sia per accertare le cause che per monitorare le altre lavagne in modo da prevenire altri incidenti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA