Fi-Pi-Li, cede un altro tratto di strada: chiusa una corsia. All'origine del disagio una perdita d'acqua

Lastra a Signa: segnalato un avvallamento che interessa venti metri di asfalto in prossimità di una curva

LASTRA A SIGNA. Cede ancora l'asfalto della Fi-Pi-Li. E ancora una volta si deve ricorrere al registringimento della carreggiata. Da mercoledì sera, infatti, "è stato riscontrato un avvallamento di dieci-dodici centimetri, per una lunghezza di 20 metri, al km 7+500 circa", spiega in una nota la Città Metropolitana.

È stata quindi chiusa d'urgenza la corsia di marcia in direzione Firenze, con restringimento di carreggiata a una corsia, dal km 8 al 7,3, per circa 700 metri, perché l'avvallamento è in prossimità di una curva. "I tecnici sono a lavoro per capire la causa, ispezionando anche gli elementi a valle della strada e garantendo le condizioni di sicurezza". L'obiettivo è quello di riaprire la corsia nella serata di giovedì 21 ottobre. "All'origine del fatto - fanno sapere dalla Città metrolpolitana - una perdita d'acqua da un giunto, che nel tempo ha trascinato con sé detriti e provocato il fenomeno. Il punto di perdita in corrispondenza col giunto verrà sigillato".

Il tratto dove stato riscontrato l'avvallamento non è lo stesso interessato dalla frana, sempre nel comune di Lastra a Signa, verificatasi il 7 gennaio scorso e che ha costretto a lunghi lavori, con la riapertura a quattro corsie tra Lastra a Signa e Ginestra il 13 ottobre scorso.