Via alla terza dose per gli over 60, la Regione anticipa le prenotazioni

Firenze anticipa di due giorni l’apertura del portale rispetto a quanto previsto. Giani: «Se siamo lontani dai tempi del lockdown lo dobbiamo alle vaccinazioni» 

Claudia Guarino

firenze. Oggi alle 12 sul portale regionale sarà attiva la funzione che permetterà agli over 60 di prenotare le terze dosi di vaccino anti Covid. Da Firenze fanno sapere che è stato possibile anticipare di due giorni il via alle registrazioni (la data prevista per l’apertura del portale era lunedì) grazie al lavoro prolungato di tecnici e operatori. La sezione “Terza dose richiamo per over 60” sarà dunque visibile da oggi su www. prenotavaccino.sanita.toscana.it.


Chi ha diritto alla terza dose, d’altra parte, può rivolgersi anche alle farmacie e parafarmacie che hanno aderito alla campagna. Nella nostra regione sono circa 800.000 le persone di età compresa tra i 60 e i 79 anni che hanno completato il ciclo vaccinale primario con il monodose Johnson&Johnson o con due dosi di Pfizer. E, come stabilito dalla relativa circolare ministeriale, la somministrazione del richiamo deve avvenire almeno sei mesi dopo la conclusione del ciclo primario. Per questo gli over 60 che tenteranno di prenotarsi sul portale e che sono ancora lontani dalla scadenza dei sei mesi, al momento della registrazione visualizzeranno un messaggio simile a questo: “È troppo presto. Non sono trascorsi abbastanza giorni. Riprova tra 30 giorni”.

Si amplia dunque la platea di coloro che hanno diritto al richiamo. Nei giorni scorsi, lo ricordiamo, la Regione ha aperto le prenotazioni per le terze dosi anche ai super fragili cioè, per esempio, a coloro che sono affetti da malattie respiratorie, cardiocircolatorie (come lo scompenso cardiaco), neurologiche (come sclerosi e distrofia muscolare) o cirrosi epatica, oltre a disabili gravi e diabetici. Complessivamente in Toscana esistono circa 250. 000 persone considerate fragili, ma c’è chi (per esempio gli immunodepressi) aveva già accesso alla terza dose.

Oltre ai fragilissimi, sono già aperte le prenotazioni anche per il personale delle Rsa, per il personale sanitario e per gli over 80. «Le somministrazione della terza dose nelle Rsa dovrebbero concludersi tra la fine di ottobre e l’inizio di novembre – dice l’assessora alle politiche sociali Serena Spinelli –. E a breve partiremo con le terze dosi nelle strutture sociosanitarie per persone con disabilità. Faccio presente che oggi gli anziani positivi nelle strutture sono 108, mentre a dicembre dell’anno scorso sono arrivati fino a 1965». Così invece l’assessore regionale alla sanità Simone Bezzini: «Dopo aver fatto la prima e la seconda, ora ci vuole la terza dose per continuare a essere protetti. Non possiamo abbassare la guardia proprio ora che grazie al vaccino si vedono importanti segnali positivi». Ed ecco qualche numero relativo ai richiami. Complessivamente ad aver prenotato la terza dose e dunque in attesa della somministrazione sono, con dati aggiornati a ieri, 57.002 persone. 31. 478 si sono registrate sul portale regionale: di cui 1. 715 over 80, 2.336 operatori delle Rsa, 26.306 operatori sanitari, 1.121 persone con elevata fragilità. 23.508 sono invece le prenotazioni delle terze dosi registrate dai medici di medicina generale, 1.764 dalle farmacie e 252 dai pediatri. «La partita contro il Covid non è ancora chiusa anche se siamo ben lontani dall’emergenza sanitaria vissuta nel periodo del lockdown – ha detto il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani –. Questo cambio di scenario lo dobbiamo soprattutto alla somministrazione diffusa dei vaccini. Ci tengo a dire che la Toscana è la prima regione in Italia per estensione della vaccinazione alla popolazione con prima dose e la quarta per ciclo completo con seconda dose. Abbiamo decisamente recuperato il ritardo che avevamo a febbraio dello scorso anno (al momento dei primi mesi di vaccinazione sugli over 80, ndr)».

© RIPRODUZIONE RISERVATA