Italia, notte da favola. Mancini: «Gran partita, fiero dei ragazzi»

L'allenatore si gode la vittoria ed esalta la squadra. Immobile: «Dedicato a chi soffre per il Covid»

ROMA. La giacca vola via dopo 20 minuti, quando l’Italia continua a sbattere sul muro della Turchia. E torna sulle spalle solo a fine partita quando Roberto Mancini sfoggia il sorriso dei giorni migliori. «Abbiamo fatto un ottima partita, anche nel primo tempo. In queste partite serve tutto e non devi commettere errori. Sono soddisfatto, abbiamo giocato bene». Il Mancio prosegue: «La chiave? È stato decisivo quando abbiamo iniziato a girare la palla e cambiare lato, liberando un uomo». Una gran bella serata. «Messaggi agli avversari? No, lo mandi agli italiani, che avevano bisogno di una serata di felicità. Primo passo per Wembley? È lunga, ne mancano ancora sei...».

Una serata da ricordare anche per Ciro Immobile: «Abbiamo fatto il nostro dovere, vedere finalmente i nostri tifosi gioire è stato uno spettacolo. È una vittoria che dedico a chi ancora sta lottando contro questo maledetto virus». Poi Ciro prosegue: «Siamo stati bravi ad avere pazienza, nel primo tempo li abbiamo stancati facendo girare palla da destra e sinistra. Abbiamo un po’ sbattuto sul loro muro, ma alla lunga si sono aperti gli spazi ed è stato tutto più facile». C’è anche una dedica particolare. «Prima della partita ci è arraiuvato un messaggio di Lino Banfi e io e Insigne abbiamo esultato come ci aveva chiesto lui».


Oggi la nazionale rientrerà nel bunker di Coverciano per iniziare a preparare la seconda sfida, quella di mercoledì (sempre alle ore 21) contro la Svizzera. Di certo oggi il Ct alle 15 si metterà davanti alla tv perché è il giorno di Galles-Svizzera. Da ora si va di corsa. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA