Vaccini, in Toscana prenotano gli over 40. Il calendario dal 1972 al 1981

Lunedì l’apertura del portale per i nati nel 1972-73, martedì tocca ai fragili insieme agli anni 1974-1975

FIRENZE. Lo slancio alla campagna vaccinale non si ferma in Toscana. E, anzi, si aggiunge un nuovo tassello con l'avvio delle prenotazioni anche per gli over 40. In sei giorni - da lunedì scorso e fino a oggi - sono state aperte le agende di prenotazione per tutti gli over 50. E l'ultimo atto, per questa fascia anagrafica, si compirà proprio oggi (sabato 15 maggio, ore 16). Quando la Regione aprirà le agende per i nati nel 1970 e nel 1971. Al via da lunedì, poi, le prenotazioni per gli ultraquarantenni. E, dopo i fragilissimi, pure i fragili - quelle persone con un'età inferiore ai 60 anni e affetti da comorbidità - avranno la possibilità di proteggersi dagli attacchi del virus. Anche loro, infatti, potranno collegarsi al portale della Regione Toscana e richiedere una dose di siero. Si apre così una nuova fase della campagna vaccinale. Con un calendario che, ieri, è stato reso noto dal presidente Eugenio Giani. E che, in sostanza, ricalca quello della settimana appena trascorsa: di volta in volta, infatti, gli over 40 - suddivisi in bienni - potranno accedere al portale e fare la prenotazione.

La Toscana ha dunque recepito quanto sottolineato dal generale Francesco Figliuolo. Il commissario straordinario per l'emergenza Covid-19 ha infatti specificato che la vaccinazione degli over 40 può essere già programmata, anche se le dosi per la somministrazione non arriveranno prima di fine maggio o, al massimo, all'inizio di giugno. Intanto, restano aperte le agende "lunghe" di over 50, over 60 e over 70, sulla base della disponibilità dei vaccini. E, da lunedì, anche gli ultraquarantenni potranno accedere alla piattaforma regionale per fissare un appuntamento. «Martedì prossimo, verrà a trovarci il generale Figliuolo - commenta Giani - e voglio che si renda conto di come la Toscana stia seguendo le indicazioni della campagna vaccinale. Abbiamo ascoltato le sue indicazioni che invitano ad aprire ai 40enni e, dunque, noi faremo di conseguenza».



OVER 40

Si comincia lunedì, alle 16, con le prenotazioni riservate a chi abbia 48 e 49 anni. Martedì, invece, le agende si apriranno per due categorie: alle 14 per i fragili e alle 17 per i nati nel 1974 e nel 1975. Mercoledì, invece, toccherà a chi sia nato nel 1976 e nel 1977, mentre giovedì prossimo sarà la volta dei nati nel 1978 e nel 1979. Venerdì prossimo, infine, sarà il turno di chi abbia 40 e 41 anni. E la procedura per prenotare una dose di vaccino resta sempre la stessa: bisognerà collegarsi al portale della Regione (prenotavaccino.sanita.toscana.it) con tessera sanitaria alla mano e inserire il proprio codice fiscale e numero di telefono. A quel punto bisognerà attendere il codice di verifica che, tramite sms, arriverà sul cellulare, inserirlo e selezionare la provincia (e, di conseguenza, il centro vaccinale) in cui si desidera ricevere il vaccino. L'appuntamento sarà confermato da un nuovo sms con l'indicazione di luogo, data, orario e tipologia di vaccino.

OVER 50

Ieri, intanto, hanno avuto la possibilità di prenotare il siero le persone di 52 e 53 anni. Un vero e proprio assalto alla piattaforma regionale: in pochissimi minuti, sono state oltre 7mila le prenotazioni. Poco prima dell'apertura delle agende (alle 15,59) erano circa 30mila le persone in coda per un'attesa stimata di 28 minuti. Ma la sala d'attesa studiata dal settore sanità digitale della Regione Toscana guidato dall'ingegnere Andrea Belardinelli ha fatto il suo dovere. E, in una ventina di minuti, ha smistato i visitatori, consentendo loro la prenotazione del vaccino: oltre 41mila soltanto nella giornata di ieri. «Siamo stabili sopra le 30mila dosi somministrate al giorno e, di questo passo, realizzeremo l'obiettivo che abbiamo fissato: l'immunità di gregge a fine settembre», conclude Giani. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA