Al lavoro nei campi per un euro l'ora, due denunce a Lucca

L'indagine, avviata in seguito a una lite in un bar tra il datore di lavoro e un dipendente, i due coniugi, approfittando dello stato di necessità di alcuni lavoratori stranieri, li avrebbero impiegati nei campi fino a 10 ore al giorno

Intermediazione illecita e sfruttamento dei lavoratori e impiego di lavoratori privi del permesso di soggiorno, in aggiunta a illeciti amministrativi legati alla violazione delle basilari norme sulla sicurezza sui luoghi di lavoro: sono i reati che i carabinieri del nucleo ispettorato del lavoro di Lucca, con i colleghi della stazione di Altopascio, hanno contestato a due persone, marito e moglie, entrambi di 45 anni, residenti ad Altopascio, responsabili in concorso tra loro, nell'ambito dell'attività di impresa, di "gravi condotte delittuose ai danni di lavoratori stranieri".
Secondo quanto emerso dall'indagine, avviata in seguito a una lite in un bar tra il datore di lavoro e un dipendente, i due coniugi, approfittando dello stato di necessità di alcuni lavoratori stranieri, li avrebbero impiegati nei campi sino a 10 ore al giorno, pagandoli poco più di un euro all'ora, con l'allettante promessa, mai mantenuta, di avere presto un contratto di lavoro che avrebbe consentito loro il diritto alla permanenza sul territorio nazionale.