Contenuto riservato agli abbonati

Scuole chiuse, come fare con i bambini a casa? Le regole in attesa del decreto Sostegno

Nonni e parenti possono accudire i nipoti ma gli spostamenti sono sconsigliati. Per le baby sitter movimenti liberi, come per tutti gli altri lavoratori 

Non c’è (ancora) il bonus baby sitter. Non è stato riconfermato (per ora) il congedo parentale. In somma, le scuole chiudono e i genitori si trovano con i bambini a casa. Con sostegni promessi, ma ancora non concessi.

Bisognerà aspettare almeno una decina di giorni. O, il tempo utile per il decreto Sostegno. Che, dovrebbe riproporre le misure già sperimentate nella prima ondata della pandemia:il bonus baby sitter (assegno da 600 euro per pagare tate regolarmente assunte) o, in alternativa, il congedo parentale per restare a casa, al fianco dei figli. E nel frattempo? Restano baby sitter a totale carico oppure nonni e parenti (come baby sitter gratis). Con la complicazione che, se scatta la zona rossa, ci possono essere limitazione negli spostamenti.


Ecco qualche indicazione su come comportarsi.

Possono spostarsi i genitori per andare a prendere o per accompagnare i figli minorenni dai nonni?

Divieti espliciti non ce ne sono, se lo spostamento rientra tra i motivi di necessità. Ma nonostante sia possibile, è sconsigliato. Gli anziani sono tra le categorie più vulnerabili e, di conseguenza, maggiormente esposte al virus. Dall’inizio dell’emergenza sanitaria, infatti, per loro il consiglio è sempre lo stesso: restare il più possibile in casa ed evitare i contatti. Portare i figli dai nonni è consentito solo in caso di estrema necessità: nell'ipotesi in cui entrambi i genitori non possano tenere i figli con sé per ragioni di forza maggiore. In questo caso, i genitori possono accompagnare i bambini dai nonni, percorrendo il tragitto più breve e recarsi sul luogo di lavoro. Tuttavia, se possibile, è preferibile che i figli restino a casa con uno dei due genitori che usufruiscono di modalità di lavoro agile o di congedi.

I nonni possono andare a casa dei nipoti minorenni anche se vivono in un comune diverso da quello dei figli?

Non è vietato, ma è fortemente sconsigliato. I nonni possono andare a casa dei nipoti minorenni solo nel caso in cui tutti e due i genitori siano impegnati per lavoro. In questo caso i nonni dovranno portare con sé l'autocertificazione e, soprattutto, dimostrare che i genitori non sono in grado di occuparsi dei figli e che non c'è neppure un'altra possibilità per assistere i bambini (come ricorrere, a una tata). Lo spostamento è giustificato come “motivo di necessità”.

Le baby sitter possono raggiungere le abitazioni dei datori di lavoro peer accudire i bambini?

Sì: lo spostamento, in questo caso, è dettato da esigenze lavorative. Le baby sitter dovranno portare con sé il contratto di lavoro e l'autocertificazione. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA