Sul tavolo del governo l'ipotesi di un rinvio delle amministrative

La ministra degli Interni Luciana Lamorgese

Si fa strada la possibilità di rinviare tutte le elezioni a dopo l'estate: in Toscana ci sono anche le suppletive di Siena e le amministrative a Grosseto

Il decreto legge ancora non è arrivato a Palazzo Chigi ma nel governo cresce l'ipotesi del rinvio a dopo l'estate di tutte le elezioni che si terranno da qui a fine giugno: si tratterebbe quindi delle Regionali previste in Calabria l'11 aprile, delle suppletive di Siena e delle amministrative che si terranno in circa 1200 Comuni. Tornate che, se si aggiungono i tradizionali comizi politici nelle settimane precedenti, rappresenterebbero un rischio epidemiologico elevato.  Al Viminale è stata già conclusa l'istruttoria per decretare il rinvio. Per farlo serve un decreto legge e quindi un Consiglio dei ministri.

In Toscana, oltre alle suppletive di Siena per sostituire il seggio di Pier Carlo Padoan, che si è dimesso dal Parlamento dopo l'investitura al vertice di Unicredit, si dovrebbe votare anche per eleggere 26 nuovi sindaci tra cui quello di Grosseto. Le elezioni sono previste anche a Orbetello (Grosseto), Altopascio (Lucca), Montignoso (Massa Carrara), Vecchiano (Pisa) e Carmignano (Prato).