Vaccino in Toscana, ecco la quinta fornitura Pfizer. La Regione: "Con un altro carico pronti a riaprire le prenotazioni"

Per questa settimana è prevista anche la consegna di altre 4.100 dosi della statunitense Moderna. Il nodo AstraZeneca 

FIRENZE. È stata consegnata alla Toscana la quinta fornitura di 29.250 dosi di vaccino anti Covid-19, prodotto e commercializzato dalla Pfizer-BioNTech. “La sospensione delle prime dosi è stata una scelta di responsabilità - spiega il presidente Eugenio Giani - per garantire i richiami agli oltre 70mila toscani che hanno già ricevuto la prima somministrazione con Pfizer. A inizio della prossima settimana è prevista una nuova consegna”.

“Se, come auspichiamo, non ci saranno ulteriori riduzioni o ritardi, a metà settimana prossima, potranno essere riaperte le prenotazioni online per le prime somministrazioni con Pfizer agli operatori sanitari e socio-sanitari - aggiunge l’assessore alla sanità, Simone Bezzini -. La priorità verrà data ai 6.900 appuntamenti annullati la scorsa settimana (comunicati con un sms personale), a causa dell’improvvisa e pesante riduzione delle forniture da parte dell’azienda”.

Per questa settimana è attesa anche la consegna di altre 4.100 dosi circa di vaccino della statunitense Moderna, con cui stanno andando avanti le prime somministrazioni agli operatori dei servizi di emergenza-urgenza e ai volontari impegnati nei trasporti sanitari (tra le categorie coinvolte nella fase 1). “Domani sarà il giorno della verità per AstraZeneca - prosegue Bezzini - se dall’Ema arriverà l’autorizzazione, a quel punto sapremo con certezza anche le caratteristiche di questo vaccino e a chi potrà essere somministrato. Una variabile decisiva per impostare nei dettagli la fase 2, che noi siamo pronti a far partire già a metà febbraio, periodo indicato da AstraZeneca per la prima distribuzione, se le quantità e le tempistiche di consegna dei vaccini lo consentiranno”.

Dall'inizio della campagna di vaccinazione, alle 16 di martedì 26, sono state utilizzate in tutto 95.117 dosi di vaccino (fra prime dosi e richiami), di cui 15.588 nelle Residenze per anziani, come riportato sul portale della Regione, lo strumento informatico realizzato dalla Regione Toscana, che consente a chiunque di seguire in tempo reale l’andamento della campagna, avviata il 27 dicembre scorso.