Diventa un libro la vittoria di Daniela contro la leucemia

Da sinistra le sorelle Angela, Daniela e Alessandra Russo Krauss

Salvata dalla sorella con il trapianto di midollo

La malattia arriva nel maggio del 2016. Daniela Russo Krauss, pistoiese, ha 27 anni e all’improvviso la sua vita si inceppa, come un orologio a cui si sono scaricate le pile. La diagnosi è leucemia e piomba addosso a lei e alla sua famiglia come una valanga. Tutto il suo mondo fatto di viaggi, incontri, solidarietà, lavoro e studio all’Accademia di arte si blocca all’improvviso.

La malattia è più forte del previsto, dopo poco tempo presenta una recidiva, l’unica risposta è il trapianto di midollo. Trapianto che arriverà nel settembre dello stesso anno grazie alla compatibilità totale di una delle due sorelle.
In quel periodo di tempo sospeso, per Daniela comincia una nuova vita in ospedale, fatta di isolamento in una bolla sterile per sottoporsi alle terapie e attendere il momento del trapianto. Un percorso tutto in salita, che la giovane donna porta avanti grazie al supporto della famiglia, degli amici e del personale medico che la ha in cura. A questo si accompagna una nuova scoperta di sé. Un percorso di fede, che prima non c’era e diviene nuova linfa vitale.

Tutto questo, Russo Krauss lo ha impresso nero su bianco nel suo libro “Per sentito dire – Storia di un incontro”. Un’autobiografia il cui ricavato andrà in beneficienza ad Ail (Associazione italiana leucemie e linfomi) e Admo (Associazione donatori midollo osseo), insieme ad altre tre realtà missionarie con cui la donna ha collaborato: le Figlie del Crocifisso in Perù e le attività dei frati francescani minori in Terra santa e in Bolivia.

«A darmi l’idea di scrivere un libro sulla malattia, quando ancora ero ricoverata – racconta Russo Krauss, che oggi ha 32 anni – è stata una delle mie dottoresse. Questo pensiero mi ha accompagnata a lungo. Desideravo raccontare il mio percorso per dimostrare alle persone, che magari si trovano ad affrontare gravi difficoltà, che la vita, nonostante le ombre, è bella e merita di essere vissuta a 360 gradi».

Così, nel novembre del 2018, Russo Krauss comincia a scrivere. «Questo libro – racconta – è stato come un flusso di coscienza in cui ho riversato tutta me stessa. Nel periodo della malattia l’ospedale era diventato la mia casa, dove accoglievo chiunque mi venisse a trovare. In quel periodo, ho avuto modo di riflettere sulla vita, ho rafforzato il legame con le mie sorelle e i miei genitori, e ho trovato me stessa scoprendo una fede che mi ha dato la forza per andare avanti».

Poi il momento del trapianto. Le tipizzazioni ai suoi familiari (le analisi per verificare la compatibilità del midollo osseo tra donatore e ricevente) hanno rivelato che una delle due sorelle di Daniela, Angela, era totalmente compatibile, mentre la sorella Alessandra non lo era in alcun modo.

«Quando ci hanno dato i risultati – prosegue Russo Krauss – ho anche pensato che per fortuna la malata ero io. Perché se si fosse ammalata Alessandra, né io né Angela avremmo potuto donarle il nostro midollo».
Oggi, dopo oltre quattro anni da quel trapianto, la famiglia di Daniela è il simbolo di chi ce l’ha fatta e ha la voglia di raccontare agli altri un percorso che possa essere di stimolo a chi sta affrontando difficoltà simili.

Le sorelle Russo Krauss, babbo Marcello e mamma Nadette hanno dato la loro testimonianza durante una delle “Notti rosse” promosse da Avis Pistoia in piazza del Duomo e in occasione di iniziative di sensibilizzazione sulla donazione di sangue e midollo osseo rivolte agli studenti delle scuole pistoiesi, organizzate dalle sezioni locali di Avis e Admo.

«Il messaggio che vorrei passasse dalle pagine del mio libro – conclude Russo Kraus – è che la vita va sempre vissuta. Non ho mai provato vergogna nel mostrare il mio corpo trasformato per la malattia. La faccia gonfia per il cortisone e i capelli caduti per le terapie. La forza bisogna trovarla dentro di sé e poi trasmetterne tutta la bellezza agli altri».

Il libro, il cui titolo “Per sentito dire” rimanda a un passo della Bibbia mentre “Storia di un incontro” fa riferimento all’incontro con la fede, è pubblicato da Iuppiter Edizioni. Può essere acquistato sul sito dell’editore, su Amazon e Ibs, oppure ordinato nelle librerie Feltrinelli e Mondadori. A Pistoia può essere acquistato anche al Centro trasfusionale in via del Ceppo.