Lotteria degli scontrini: striscia il codice e partecipa all’estrazione. Ecco come giocare

Dopo molti mesi di attesa dal primo gennaio parte il gioco a premi legato allo shopping quotidiano: per ogni euro di spesa si acquisisce un biglietto virtuale. Le istruzioni utili

È iniziato il conto alla rovescia per la lotteria degli scontrini, il gioco nazionale gratuito lanciato da Agenzia delle Entrate e Agenzia dei monopoli, con premi da 5mila fino a 5 milioni di euro. Si potrà tentare la fortuna ogni volta che si fa un acquisto di beni o servizi al minuto: al bar quando si prende un caffè come nella boutique quando si acquista un cappotto. Il Decreto rilancio 2020 ha fissato l’esordio al 1° gennaio. Intanto però, dal 1° dicembre ci si può preparare al gioco, procurandosi il codice lotteria, che è poi l’unica chiave di cui c’è bisogno (oltre ai requisiti della maggiore età e della residenza in Italia).

IL CODICE PERSONALE


Ottenere il codice personale per partecipare alla lotteria è semplice. Basta tenere a portata di mano il codice fiscale e connettersi al sito web www.lotteriadegliscontrini.gov.it: sulla home page figura il link “Partecipa ora”; cliccandolo si aprirà una schermata dove è necessario inserire il proprio codice fiscale; si dovrà spuntare il via libera per la privacy, digitare un codice sicurezza fornito dal sistema; a questo punto si può sia scaricare che stampare il codice; si potrà così tenere il file sullo smartphone e /o la versione stampata nel portafoglio. Non dovete fare altro che mostrare il vostro codice all’esercente quando vi accingete a pagare. Associabili al proprio codice fiscale, si possono ottenere fino a 20 codici lotteria.



COME FUNZIONA

L’esercente, nel momento in cui incassa e rilascia lo scontrino ha l’obbligo di trasmettere i dati all’Agenzia delle Entrate; tali dati, se abbinati al codice lotteria dell’acquirente, consentono automaticamente a quest’ultimo di partecipare alla lotteria. Dal1° gennaio ogni euro speso assicurerà all’acquirente che mostra al negoziante il proprio codice un biglietto virtuale, per partecipare a estrazioni settimanali, mensili e annuali. Si possono ottenere fino a un massimo di mille biglietti virtuali a scontrino, per acquisti dunque di importo pari o superiore a mille euro; se l’importo speso non è una cifra tonda, l’eventuale cifra decimale superiore a 49 centesimi produrrà un altro biglietto virtual. I biglietti si ottengono sia che si paghi in contanti sia che si paghi con moneta elettronica (carte di credito, carte di debito, carte prepagate. . .). Gli acquisiti online, invece, non permettono di partecipare alla lotteria, così come gli acquisti per i quali il consumatore richieda all’esercente l’acquisizione del proprio codice fiscale per ottenere detrazioni o deduzioni fiscale. Nella fase di avvio della lotteria faranno eccezione anche gli acquisti in farmacia, parafarmacia, ottica, laboratori di analisi, ambulatorio veterinario.

Al via la lotteria degli scontrini, ecco come funziona: dal codice alle estrazioni



I PREMI

Due le tipologie di estrazione, ordinarie per chi ha pagato in contanti e zero contanti per chi ha pagato con moneta elettronica; per quelle ordinarie sono previsti: sette premi di 5mila euro ogni settimana; tre premi da 30mila euro ogni mese; un premio di un milione di euro ogni anno; per quelle zero contanti invece sono previsti anche premi per l’esercente: 15 premi da 25mila euro per il consumatore e 15 premi da 5mila euro ciascuno per l’esercente ogni settimana; 10 premi di 100mila euro per il consumatore e 10 premi di 20mila euro per l’esercente al mese; un premio di 5 milioni di euro per il consumatore e un premio di un milione di euro per l’esercente all’anno. I premi vengono pagati con bonifico bancario o per chi non ha un conto bancario con assegno circolare non trasferibile. Sarà inviata ai vincitori una raccomandata Ar o una Pec per avvertirli.



QUI I COMMERCIANTI

I titolari di attività al minuto dovranno allineare i registratori di cassa alla nuova opzione e ciò comporterebbe una spesa di almeno un centinaio di euro. Non solo: sono state cancellate le sanzioni inizialmente previste per l’esercente che non avesse aderito al gioco, quindi chi si dovesse rifiutare di registrare e trasmettere il codice lotteria non è sanzionabile; l’acquirente può però segnalare la circostanza all’Agenzia delle Entrate e ciò potrebbe potenzialmente incrementare l’esposizione dell’esercente ai controlli anti-evasione.