Calano contagi e ricoveri, aumentano i decessi: la settimana del virus in Toscana

Il rapporto del fine settimana dell'Agenzia regionale di sanità fa il punto sull'andamento della pandemia nella nostra regione

Anche questo fine settimana l'Ars pubblica l'atteso report in cui fa il punto della situazione sull'andamento dei contagi e delle morti nella nostra regione negli ultimi giorni. A curarlo sono F. Profili, S. Bartolacci, M. Santini, F. Voller. Il report completo è disponibile qui. Vediamone i punti salienti.

1) Nella settimana 23-28 novembre si osserva un netto calo dei nuovi positivi nella nostra regione, che dai 2.365 casi giornalieri medi della settimana precedente sono scesi a 1.366 negli ultimi 7 giorni. Sono stati 37 i nuovi positivi giornalieri ogni 100mila abitanti in Toscana, contro i 46 per 100mila in Italia. Il calo dunque è stato maggiore di quello osservato in Italia, se rapportato alla popolazione residente.

2) Negli ultimi 7 giorni tutte le zone socio-sanitarie toscane sono uscite dal livello di rischio massimo, individuato da un’alta incidenza (>400 casi settimanali ogni 100mila abitanti) e trend in forte aumento (>50% rispetto a settimana precedente) e alcune zone sono scese nel livello più basso. Le zone meridionali sono le prime ad essersi riportate su livelli di rischio minimo.

3) Per quanto riguarda gli ospedali, sembra che la nostra regione abbia superato il picco di questa seconda ondata e da alcuni giorni le persone ricoverate in reparti Covid hanno cominciato a diminuire. Le terapie intensive, al loro giorno di picco, hanno raggiunto i 298 posti letto occupati, lo stesso numero raggiunto al picco di inizio aprile scorso. I ricoverati totali hanno invece raggiunto i 2.101 posti letto occupati, contro i 1.437 di aprile (+46%).

4) Mentre calano i nuovi contagi, negli ultimi giorni si è osservato purtroppo il consolidamento del trend di continua crescita dei decessi settimanali. Durante l’ultima settimana in Toscana abbiamo avuto mediamente 56 deceduti ogni giorno (a marzo-aprile non superammo praticamente mai i 30 decessi giornalieri). L’impatto di questa seconda ondata sulla mortalità è quindi decisamente maggiore in Toscana. Anche se per avere un dato confrontabile dovremo attenderne la conclusione, sono 1.375 i deceduti per Covid19 dal 1° settembre a oggi, mentre erano stati 1.141 in tutto da marzo ad agosto.

I decessi sono cominciati ad aumentare gradualmente dalla seconda parte di ottobre, come atteso a distanza di circa due settimane dall’impennata dei contagi, e hanno raggiunto il valore di 1,5 decessi giornalieri ogni 100mila toscani nell’ultima settimana, a fronte dell’1,2 per 100mila in Italia. Qui un approfondimento su questo tema.

Nella grafica il confronto tra numero di morti e nuovi casi settimanali delle due settimane precedenti. Il trend dei deceduti infatti segue quello dei nuovi positivi con circa 2-3 settimane di ritardo.