L'annuncio di Giani: arancioni dal 4 dicembre e gialli entro Natale

Il presidente Giani venerdì 27 a Pisa nella foto di gruppo con gli operatori del nuovo drive-thru tra cui alcuni vestiti da Teletubbies per fare tamponi ai bambini (foto Fabio Muzzi)

Il presidente toscano commenta i dati dalla Fortezza da Basso. "Ho sentito il ministro Speranza, dovrebbe firmare il decreto il 3". Poi va a Pisa per un sopralluogo nel nuovo drive-thru

FIRENZE. Arancioni dal 4 dicembre, forse gialli dalla settimana successiva. Più probabilmente entro Natale.

Lo ha annunciato il presidente della Regione, Eugenio Giani, in una diretta Facebook dalla Fortezza da basso, dove i tracciatori stanno lavorando alacremente. E il loro contributo è stato decisivo nel miglioramento dei dati.

"Da venerdì 4 dicembre la Toscana potrà rientrare in una zona che consente di allentare la morsa della chiusura degli spostamenti", con un provvedimento "che riporta la Toscana in zona arancione", "stamani ne ho parlato con il ministro Speranza". Lo ha detto Eugenio Giani, presidente della Regione Toscana, in un video postato sulla sua pagina Facebook nel quale mostra il lavoro dei tracciatori di contatti dei casi positivi, che "hanno contribuito ad allineare la Toscana a condizioni che oggi sono quelle da zona arancione, anzi io direi da zona gialla in realtà", ha aggiunto. Poi il presidente regionale è tornato a parlare in serata.

E, verso il Natale, le cose potrebbero migliorare: "Penso che se le cose continueranno così dalla settimana successiva potremmo tornare in zona gialla e festeggiare il Natale con qualche restrizione in meno".

Domani il presidente Giani firmerà poi la nuova ordinanza regionale, già preannunciata nei giorni scorsi, per agevolare lo svolgimento di alcune attività in zona rossa. L'ordinanza, ha spiegato Giani a Rainews24, "non può essere più agevolativa, ma deve essere interpretativa, interpretando alcune casistiche molto specifiche che si possono aiutare. Faccio degli esempi: la toelettatura per cani, perché come la persona può andare dal parrucchiere, chi ha un cane in casa è giusto che vada in questi esercizi; oppure faccio l'esempio di chi ha degli oliveti, la raccolta delle olive si fa ora, quindi noi garantiremo in questo caso di poter andare, fondandoci sul principio dello stato di necessit, e così faremo per i tartufi".

Il presidente della Regione Toscana ha poi fatto un sopralluogo al nuovo drive through per i tamponi Covid allestito dall'Asl Toscana nord ovest di Pisa. Ha ringraziato tutti gli operatori sanitari, con un saluto particolare al team dei "Teletubbies", composto da un gruppo infermieristico per l'assistenza domiciliare di Pisa, che, in maschera accoglie i bambini che devono essere sottoposti al tampone.

Subito dopo il sopralluogo al drive through, Giani ha visitato il Grand Hotel Bonanno di Pisa, che dispone di 83 camere, ed è stato da poco inserito tra gli alberghi sanitari protetti. Nell'albergo lavora per 12 ore al giorno (dalle 8 alle 20), compresi i festivi, una delle Usca attivate nell'ambito territoriale di Pisa. Ad oggi nel territorio dell'Asl Toscana nord ovest ci sono 15 alberghi sanitari, per un totale di 404 posti letto, di cui circa 2/3 ancora disponibili per ospitare nuovi pazienti.