Terna investe 515 milioni Stazione a Suvereto e nuove linee con l’Elba

FIRENZE

Nei prossimi 5 anni Terna investirà in Toscana 515 milioni di euro per lo sviluppo e la resilienza della rete elettrica regionale in funzione della transizione energetica in corso nella quale l’azienda ha un ruolo fondamentale. E’ questa la parte toscana del piano industriale da quasi 9 miliardi di euro di investimenti in tutta Italia. Un impegno massiccio che avrà effetti sul Pil e anche sui livelli occupazionali. Terna stessa porterà il numero dei dipendenti oltre le 5 mila unità (+10%).


Tra i principali interventi previsti in Toscana, il nuovo collegamento elettrico Sa.Co.I.3 che rinnoverà con moderne tecnologie l’attuale cavo marino tra Sardegna, Corsica e Italia peninsulare, oltre alla realizzazione della nuova stazione elettrica di conversione di Suvereto; la nuova linea 380 kV Colunga–Calenzano, di oltre 80 km, che garantirà maggiore efficienza e capacità di scambio tra le aree Nord e Centro-Nord della Toscana e che prevederà anche delle varianti al fine di allontanarsi da aree urbanizzate successivamente alla realizzazione dell’esistente elettrodotto, risalente alla fine degli anni ’50; il nuovo collegamento 132 kV Isola d’Elba-continente, che migliorerà l’affidabilità e la sicurezza del servizio elettrico dell’isola; la razionalizzazione della rete elettrica di Firenze che permetterà la demolizione di circa 20 chilometri di vecchie linee in un’area di grande pregio ambientale.

In Toscana è prevista anche l’installazione di compensatori sincroni allo scopo di stabilizzare la rete ormai sempre più collegata ai punti di produzione di energie rinnovabili. Tutti gli interventi garantiranno una maggiore efficienza e sostenibilità della rete elettrica regionale.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi