Negozi aperti fino alle 22 ma cenoni vietati: governo al lavoro sul nuovo Dpcm di Natale

Le nuove norme potrebbero entrare in vigore già dal 3 dicembre ma sono strettamente legate all'andamento della curva epidemiologica

Negozi aperti dalle 9 e fino alle 22 e coprifuoco posticipato alle 23. Vietati i cenoni, anche in luoghi privati, e probabilmente gli spostamenti tra Regioni. Il nuovo piano per Natale è allo studio del governo e forse, già dal 3 dicembre (data di scadenza dell’attuale Dpcm) potrebbero entrare in vigore le nuove norme.

Il piano è vincolato all'andamento della curva epidemiologica. L’obiettivo è quello di consentire lo shopping per le feste e dare un po’ di “ristoro” a quelle categorie che con i provvedimenti del Covid hanno subito particolari danni.

 "A Firenze – ha commentato Dario Nardella - faremo di tutto ora per applicare al meglio le regole, in modo da poter sperare di uscire dalla zona rossa nella prima metà di dicembre. Se questo sarà possibile potremo già avere le attività commerciali che riaprono nella loro totalità: spero di vedere i negozi tutti aperti, con uno shopping molto moderato, rispettoso di regole di distanza e mascherine. Ai miei cittadini rivolgo l'appello di comprare fiorentino, nelle nostre botteghe”.

 Il primo cittadino di Firenze ha inoltre precisato che "non possiamo ripetere l'errore di questa estate: un Natale normale vorrebbe dire tornare di nuovo con un'altra ondata di contagi, anche se stanno per arrivare i vaccini. A Natale niente feste, niente cenoni, niente occasioni di assembramento o raggruppamento anche in luoghi privati perché questo potrebbe essere devastante e vanificare tutto lo sforzo che stiamo facendo ora".

La guida allo shopping del Gruppo Gedi