Toscana zona rossa /3: cura degli animali, riparazioni auto e lezioni in presenza - Le risposte ai lettori

Gli allenamenti degli sportivi, l’auto da portare a fare il tagliando, i gatti da sfamare: i lettori chiedono, Il Tirreno fa rispondere gli esperti. In fondo a questo articolo altri servizi con decine di risposte suddivise per temi

Tanti dubbi su come comportarci ai tempi del Covid in Toscana. In un momento di grande incertezza Il Tirreno risponde ai proprie lettori consultando prefetture, comandi di polizia municipale, associazioni di categoria, esperti. Le risposte non pubblicate oggi verranno fornite nei prossimi giorni, sia sul giornale che sul sito.

1) Da qualche anno in inverno vivo a casa di amici tedeschi che svernano in Germania e che mi lasciano i loro 11 gatti in custodia. Il luogo è fuori dal mio comune di residenza dove mia madre, di 80 anni, necessita di sostegno. È possibile affrontare il trasferimento tra i due comuni più o meno una volta a settimana?

Sì, può prendersi cura degli 11 gatti: il suo intervento è fondamentale per la loro sopravvivenza. Come ha specificato l’assessora regionale all'agricoltura Stefania Saccardi, è consentito lo spostamento dal proprio comune di residenza, domicilio o abitazione per accudire gli animali e garantirne la sopravvivenza.


2) Si può, con la Toscana in zona rossa, andare da casa al parco di San Rossore, senza fermate intermedie e provvisti di autocertificazione?

Sul fronte degli spostamenti, l’attività motoria è una delle motivazioni consentite dal Governo. Così come è possibile accedere ai parchi, salvo diverse disposizioni delle autorità locali, e a condizione del rispetto del divieto di assembramento. Nella domanda non specifica quanto distante abiti dal parco: ricordi che l’attività motoria è consentita soltanto in prossimità della propria abitazione.

3) Come presidente territoriale e rappresentante legale di un'associazione di volontariato (l’Associazione nazionale mutilati e invalidi del lavoro) anche se come volontario, posso recarmi in ufficio con l'autocertificazione?

No: il ministero dell’Interno specifica che il divieto di spostarsi dal comune in cui ci si trova non riguarda solo coloro che svolgono attività di volontariato nell’ambito del Servizio nazionale di protezione civile o che siano comunque impegnati come volontari per fronteggiare l’emergenza sanitaria. Per tutte le altre associazioni di volontariato, per quanto importanti, gli spostamenti non sono motivati e, dunque, non consentiti.

4) Posso continuare a fare lezioni individuali di ginnastica rieducativa posturale in un centro fisioterapico? Se sì, è sufficiente un’autocertificazione oppure occorre unirvi anche un certificato medico rilasciato dal mio medico di base? Eventualmente il medico può negarlo? Occorre pagarlo?

Risponde l’avvocato Emanuele Petrilli del foro di Firenze: «Può fare ginnastica rieducativa solo se ciò rientra in una terapia, ad esempio una terapia post-traumatica. Nel qual caso ovviamente non è difficile produrre un certificato medico e va benissimo quello del medico che le ha prescritto la ginnastica. Se non si tratta però di una terapia vera e propria ma di una attività svolta per il benessere generale che svolge di sua iniziativa, non sembra possibile praticarla al momento, vista anche la chiusura delle palestre. Ad ogni modo la esorto a contattare il fisioterapista, il quale è stato sicuramente informato delle modalità in cui gli è consentito operare».

5) Sono iscritta a un corso dell'Accademia di belle arti di Firenze. Da questa settimana ci saranno lezioni in presenza. Io abito nel comune di Rosignano. Potrei avere delle contestazioni nel corso dello spostamento?

Risponde il direttore dell'Accademia di belle arti di Firenze, Claudio Rocca: «E’ bene fare una premessa. Forse riapriamo i laboratori, ma da lunedì 30 novembre. Per saperlo con certezza, la invito a controllare il sito www.accademia.firenze.it. Lo terremo sempre aggiornato. Nel caso riaprano i laboratori, nessun problema per lo spostamento. Basta che scarichi l'autocertificazione dal sito del governo (www.governo.it), la compili motivando lo spostamento per motivi di studio e la porti con sé quando verrà a Firenze».

6) L’autocertificazione va compilata prima di uscire di casa oppure si può compilare nel momento in cui si viene fermati per il controllo?

Per agevolare i controlli, è consigliabile viaggiare con l’autocertificazione compilata in tasca. Come precisa il comandante della polizia municipale di Lamporecchio, Federico Romani, il modulo di autocertificazione degli spostamenti deve essere sempre compilato in ogni sua parte. Qualora si fosse sprovvisti di una stampante, è possibile copiare il testo a mano ma, in ogni caso, una copia è anche in possesso degli operatori di polizia.

7) Abito a Pisa, zona Porta a Mare, nei pressi della pista ciclabile che porta a Marina. É consentito, a me e mia moglie, per praticare attività motoria, percorrere la pista ciclabile fino a Marina, circolare sulle piste ciclabili del litorale e tornare a casa senza fare soste?

No, non si può. L’attività motoria è consentita, ma soltanto nelle vicinanze della propria abitazione e, proprio per questo, non è possibile percorrere lunghe distanze.

8) Premesso che ho la patente, può mio marito accompagnarmi a lavoro e dal fisioterapista con l'autocertificazione poiché soffro di dolori?

Sì, è possibile, se i suoi dolori sono così forti da non consentirle di guidare. In quest'ultimo caso, infatti, si tratta di un motivo di necessità e dovrà specificarlo nell'autocertificazione.

9) All'interno del mio comune, partendo da casa a piedi, posso percorrere la distanza che voglio per fare una camminata veloce, soprattutto in luoghi di campagna poco frequentati?

La distanza da percorrere durante l'attività motoria è specificata dalla normativa: bisogna restare in prossimità della propria abitazione.

10) Volevo sapere se partendo dal centro città si può percorrere il viale Italia fino ai Rex e ritorno a mo' di passeggiata in bici, niente di agonistico. Devo avere un’autocertificazione specificando percorso e motivando come passeggiata? Durante la pedalata devo indossare la mascherina o no?

No. È consentito utilizzare la bicicletta per svolgere attività motoria all'aperto solo in prossimità della propria abitazione.

11) Posso andare a lavare la mia auto a un lavaggio in un impianto di distribuzione carburanti o similare?

«Dipende. Se ci va come ditta per lavoro allora può andare a lavare l'auto, se invece è un privato non ci può andare, a meno che non sia per necessità. Comunque in generale è bene ricordare che andare a lavare l'auto non rientra nei tre motivi considerati legittimi per spostarsi, ovvero lavoro salute e necessità». Questa la risposta di Francesco Fossi, coordinatore servizi alla comunità di Cna Firenze.

12) Mio figlio pratica uno sport individuale che nel nostro comune non è possibile effettuare. Si allena tutto l'anno per gareggiare nel campionato italiano di moto. E’ possibile muoversi per poter andare ad allenarsi in altri comuni?

«Il dpcm prevede la possibilità di gare di interesse nazionale validate dal Coni. Gli atleti possono allenarsi in impianti a porte chiuse. Ma, per quanto riguarda la mia interpretazione di quanto scritto nel dpcm, ritengo che sia rischioso spostarsi in altri comuni per allenarsi». Questa la risposta di Gabriele Magnaguagno, responsabile Motorismo Toscana Uisp.

13) Abito a Pisa, zona Don Bosco, posso andare in bicicletta a Marina di Pisa? Posso andare a correre a Marina di Pisa? E quale è la differenza tra attività motoria e sportiva?

Risponde il presidente di Firenze Triathlon Massimiliano Lenci: «Se è un atleta agonista ed è iscritto ad una federazione, può andare in bici e a correre da Pisa a Marina di Pisa. Se invece è un atleta amatoriale, può sempre andare in bici e correre ma non lontano dalla propria abitazione. Per quanto riguarda la differenza tra attività motoria e attività sportiva, l'attività motoria è un'attività che comporta un movimento di intensità moderata come ad esempio la passeggiata, mentre l'attività sportiva è un'attività motoria intensa e tipica di un atleta».

14) Ho comprato una macchina in provincia di Milano, devo consegnare la mia e ritirare la nuova, posso fare il viaggio di andata e ritorno secondo le regole?

La risposta di Aci: «Sì, questo tipo di viaggio è consentito. Lei può andare in provincia di Milano per consegnare la macchina vecchia e ritirare la nuova. Si ricordi però di portare con sé l'autocertificazione compilata con i motivi del viaggio».

15) Lavoro vicino alla stazione di Livorno. Posso portare l'auto a fare il tagliando? La distanza è di circa un chilometro. Posso portare in auto anche mia moglie?

La risposta di Aci: «Sì, può portare l'auto a fare il tagliando ma porti con sé anche l'autocertificazione compilata con i motivi del viaggio. Sua moglie convivente può venire con lei in macchina e può sedere sui sedili anteriori».

16) Cosa intende il Dpcm per vicinanze o nei pressi quando si va a camminare o a fare attività fisica. Misure in metri o km aiuterebbero.
Il decreto non ha precisato le misure né in metri né in chilometri. Tutto sta all’interpretazione delle forze dell’ordine che effettuano controlli e al buon senso dei cittadini. Le passeggiate (attività motoria) sono possibili esclusivamente nei pressi dell’abitazione: si parla – in linea di massima - di alcune centinaia di metri. L’attività fisica (una camminata veloce, la corsa) non ha una distanza: si deve restare, però, entro i confini del comune. Lo stesso se, ad esempio, si parla di attività con la bici. E per svolgerla si deve avere un abbigliamento adatto: scarpe, tuta etc.

17) Posso andare con un mezzo a 2 km da casa per raggiungere un bosco per fare attività fisica individuale?
Ho 73 anni, posso passeggiare a piedi o andare in bici in un comune diverso da quello di residenza?

No. Si può uscire per passeggiare o in bici, ma solo nel territorio del suo comune e nei pressi della propria abitazione.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi