Giani: "In Toscana nessun coprifuoco regionale ma misure per evitare contatti non necessari"

Dopo Lombardia e Campania, che adotteranno il lockdown notturno, il presidente della Regione ritiene che nella nostra regione non ci sia al momento la necessità di adottare misure analoghe

In Toscana, al momento, nessun lockdown locale. Lo ha detto il governatore Eugenio Giani spiegando che "in questo momento possiamo gestire la situazione senza arrivare al lockdown" precisando per "che faccio un ragionamento che è quello del breve periodo. Stiamo invece raccogliendo i dati per fare un ragionamento sul medio periodo, e su quello che ci può aspettare nei prossimi mesi".

Giani ha anche affermato di condividere "la necessità di trovare delle misure mirate che possano evitare il più possibile contatti non necessari, stabiliamo poi quali sono".

Quanto ai controlli, ieri a Livorno si è verificata un'aggressione a vigili urbani e carabinieri intervenuti in piazza Attias dopo una segnalazione di assembramento: due agenti della polizia municipale feriti e finiti al pronto soccorso, uno con alcune costole fratturate e 20 giorni di prognosi e l'altro refertato con sette giorni.  I carabinieri hanno poi denunciato un 17enne per resistenza e rifiuto di fornire le proprie generalità che è stato anche multato con 400 euro dato che non indossava la mascherina e sono in corso le indagini per identificare gli altri ragazzi che si sono resi responsabili dell'aggressione e di danneggiamenti alle auto delle forze dell'ordine.


Intanto, sul fronte dei nuovi contagi, registrati nelle ultime 24 ore altri 866 casi, in crescita rispetto a quelli di ieri - 812 - a parità di persone testate, in tutto 7.359 (esclusi i tamponi di controllo). La percentuale di chi è risultato positivo  dell'11,8%: ieri era 11. Crescono i ricoverati: sono 579 (+32), di cui 76 in terapia intensiva (+4). Nelle ultime 24 ore registrati anche 13 decessi: età media dei pazienti morti 79,8 anni.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi