Ecco la probabile composizione del consiglio regionale, tutti i nomi. E già si parla dei primi assessori - Foto

22 seggi al Pd, 2 ad Italia Viva. All'opposizione 8 alla Lega, 5 a Fratelli d'Italia, 1 a Forza Italia e 2 ai Cinque Stelle. Probabili assessori Marras, Nardini e Ceccarelli, che lascerebbero il posto in consiglio

FIRENZE. Il Partito democratico si conferma forza egemone e autonoma in Regione. Nel nuovo consiglio regionale, il Pd non è il pigliatutto ma poco ci manca sulla maggioranza di 24 seggi su 40 toccata alla coalizione di centrosinistra grazie alla percentuale (superiore al 45%) ottenuta dal candidato presidente Eugenio Giani. Infatti, coi 22 seggi conquistati su 24 il Pd non solo supera la metà di tutti gli eletti al consiglio regionale, ma e (come nella passata legislatura) garantisce maggioranza da sé nel parlamentino toscano. I 2 consiglieri di Italia Viva rischiano di non essere determinanti. Quindi il Pd potrebbe anche ignorarli. I suoi 22 consiglieri sono più che sufficienti per governare.

All’opposizione vanno 14 seggi: 8 vanno alla Lega, 5 a Fratelli d'Italia (se, come appare scontato la candidata presidente della coalizione Susanna Ceccardi, opterà per il seggio all’europarlamento) e 1 solo a Forza Italia. Il Movimento 5 Stelle si ferma a 2 consiglieri: 1 seggio spetta di diritto alla candidata presidente Irene Galletti. Con la debacle di Tommaso Fattori scompare dal consiglio l’unica forza a sinistra del Pd. Non era mai successo in Toscana. seggi non definitivi Al momento, comunque, i seggi non sono ancora definitivi. Non c’è stata ancora la proclamazione degli eletti perché ci sono riconteggi in corso a Pisa, per problemi in alcune sezioni. Entro domani dovrebbero essere risolti. Inoltre, la composizione del consiglio regionale non sarà definitiva fino a quando il presidente della Regione (che è anche il 41° consigliere) non avrà ufficializzato la composizione della nuova giunta della quale dovrebbero entrare a far parte alcuni eletti. Lasciando il posto ai primi del non eletti delle rispettive circoscrizioni.

Pd: i consiglieri riconfermati

Fa il botto super Leonardo Marras, capolista nella circoscrizione di Grosseto, che raggiunge quota 18.125 preferenze. Un'enormità. È il consigliere più votato in assoluto , oltretutto in una zona dove il centrodestra vince. Gli sta dietro a ruota Alessandra Nardini che, capolista nella circoscrizione di Pisa, ottiene 15.132 preferenze. Bene anche Vincenzo Ceccarelli, l’assessore uscente ai Trasporti, uno dei fedelissimi dell’ex governatore Enrico Rossi che, da capolista nella circoscrizione di Arezzo (provincia a forte vocazione di centrodestra), prende 14.743 voti. Gli altri riconfermati sono i consiglieri “costieri” Gianni Anselmi piombinese e il livornese Francesco Gazzetti (circoscrizione di Livorno); Antonio Mazzeo (Pisa), Giacomo Bugliani (Massa Carrara), Federica Fratoni e Marco Niccolai (Pistoia), Ilaria Bugetti (Prato), Monia Monni (Firenze 4), Simone Bezzini (Siena), Lucia De Robertis (Arezzo).

Pd: i nuovi consiglieri

Entrano per la prima volta in consiglio regionale: Mario Puppa e Valentina Mercanti, rispettivamente segretario del Pd Lucca e assessora all'urbanistica del Comune di Lucca, incarico che lascerà. Debuttanti Cristina Giachi e Andrea Vannucci, rispettivamente vicesindaca e assessore alla sanità del Comune di Firenze: entrambi gli incarichi sono incompatibili con l’elezione a consigliere regionale, una volta confermata. Prima volta in Regione anche per l'attivista dei diritti dei disabili Iacopo Melio (eletto nella circoscrizione Firenze 1, la città), per Massimiliano Pescini e Cristiano Benucci, rispettivamente due volte sindaco di San Casciano Val di Pisa e sindaco di Reggello, per Anna Paris, professoressa di economia aziendale all'università di Siena. Non ce l'hanno fatta a rientrare in consiglio Andrea Pieroni (Pisa), Nicola Ciolini (Prato), Fiammetta Capirossi e Simone Tartaro. Ma Pieroni potrebbe rientrare se Alessandra Nardini venisse nominata assessora o vicepresidente in giunta. Idem Ciolini potrebbe subentrare a Ilaria Bugetti, data tra le papabili come assessora.

Italia Viva + Europa

Matteo Renzi riesce a far eleggere, anzi riconfermare due consiglieri regionali, ex Pd. Per l’esattezza Stefania Saccardi, assessora alla sanità della giunta Rossi e Stefano Scaramelli, presidente della commissione sanità nella legislatura che si è appena conclusa .

La Lega

Dal momento che la candidata del centrodestra Susanna Ceccardi tornerà a fare l'europarlamentare, alla Lega toccheranno 8 consiglieri: Giovanni Galli, ex portiere della Fiorentina, già candidato sindaco del centrodestra contro Renzi a Firenze nel 2009, Elisa Tozzi , Andrea Ulmi (Grosseto), Marco Landi (elbano), Elena Meini (Pisa), Elisa Montemagni (Versilia), Luciana Bartolini (Pistoia) e Marco Casucci (Arezzo). È stato chiesto a Elisa Montemagni di fare la portavoce dell'opposizione di centrodestra, ma preferirebbe il ruolo di capogruppo della Lega.

Fratelli d'Italia

Per il partito di Giorgia Meloni entrano Francesco Torselli, Diego Petrucci (Pisa), Vittorio Fantozzi (Lucca), Alessandro Capecchi (Pistoia) e Gabriele Veneri (Arezzo).

Forza Italia

Al partito del Cav resta solo 1 solo consigliere: Marco Stella (Firenze 1).

Movimento 5 Stelle

Entrano in consiglio la candidata presidente Irene Galletti e Silvia Noferi già consigliera comunale di Palazzo Vecchio dal 2014 al 2019 (Firenze 1).

(Per visualizzare nome, partito e circoscrizione cliccare sulle due frecce a sinistra)

Al termine dello spoglio sarà possibile avere il quadro ufficiale.

MAGGIORANZA (24 SEGGI)

Partito Democratico (22 seggi)

  • Firenze 1. Iacopo Melio, Cristina Giachi, Andrea Vannucci
  • Pisa. Alessandra Nardini, Antonio Mazzeo. Se Nardini, come pare, dovesse fare l’assessore entrerebbe Andrea Pieroni
  • Grosseto. Leonardo Marras. Il più votato in Toscana è però destinato a fare l’assessore, il posto andrà ad Antonella Spadi.
  • Massa Carrara. Giacomo Bugliani. Anche per lui si parla di un assessorato. Entrerebbe Roberta Crudeli.
  • Pistoia. Federica Fratoni, Marco Niccolai.
  • Prato. Ilaria Bugetti.
  • Arezzo. Vincenzo Ceccarelli e Lucia De Robertis.
  • Lucca. Mario Puppa, Valentina Mercanti.
  • Firenze 2. Massimiliano Pescini, Cristiano Benucci.
  • Firenze 3. Enrico Sostegni.
  • Firenze 4. Monia Monni.
  • Siena. Simone Bezzini e Anna Paris.
  • Livorno. Gianni Anselmi, Francesco Gazzetti. Anche per Anselmi assessorato possibile. Entrerebbe Federica Benifei.

Italia Viva (2 seggi)

  • Firenze 1, 2 e 4. Stefania Saccardi. L’ex assessore porta a casa in tre collegi 9639 preferenze.
  • Siena. Stefano Scaramelli.

OPPOSIZIONE (16 SEGGI)

La composizione tiene conto delle dimissioni della candidata Susanna Ceccardi, che tornerà a fare l’europarlamentare: in questo caso il seggio va a Fdi.

Lega (8 seggi)

  • Firenze 1. Giovanni Galli, che opta per il listino.
  • Grosseto. Andrea Ulmi, che ha il posto per la scelta di Galli.
  • Arezzo. Marco Casucci.
  • Livorno. Marco Landi.
  • Lucca. Elisa Montemagni.
  • Pisa. Elena Meini.
  • Pistoia. Luciana Bartolini
  • Firenze 2. Elisa Tozzi.

Fratelli d’Italia (5 seggi)

  • Firenze 1. Francesco Torselli.
  • Pisa. Diego Petrucci. 
  • Pistoia. Alessandro Capecchi.
  • Arezzo. Gabriele Veneri.
  • Lucca. Vittorio Fantozzi

Forza Italia (1 seggio)

  • Firenze 1. Marco Stella.

Movimento 5 Stelle (2 seggi)

  • Irene Galletti (candidata governatrice)
  • Firenze 1. Silvia Noferi