Alex Zanardi, in arrivo la perizia chiesta dalla Procura della Repubblica

Alex Zanardi

E' ricoverato a Villa Beretta di Costa Masnaga: "Dopo un periodo durante il quale è stato sottoposto a cure intensive in seguito al ricovero del 24 luglio il paziente ha risposto con miglioramenti clinici significativi"

SIENA. Entro la scadenza prevista del prossimo 15 settembre sarà consegnata ai magistrati della procura della Repubblica di Siena la perizia sul drammatico incidente accaduto il 19 giugno scorso ad Alex Zanardi nella strada provinciale 146 nel comune di Pienza.
 
La conferma arriva dallo stesso professor Dario Vangi, ingegnere meccanico incaricato dalla procura senese della perizia per accertare le cause e la dinamica dell'incidente occorso all'atleta e per capire se anche la handbike utilizzata da  Zanardi avesse avuto problemi nella struttura meccanica che potrebbero avere provocato lo scontro con il tir.
 
Nessuna anticipazione sui risultati della perizia che dovrebbe   chiarire le cause dell'incidente. Zanardi quel 19 giugno stava partecipando ad una manifestazione, Obiettivo Tricolore alla quale partecipavano sportivi paralimpici, che sarebbe dovuta arrivare a Montalcino, non una gara comunque, quando andò a sbattere contro un tir che proveniva in direzione contraria. Zanardi battè violentemente la testa e fu trasportato in elicottero al policlinico universitario dello Scotte a Siena dove fu operato per tre ore  e posto in coma farmacologico. Le sue condizioni furono giudicate gravissime.
 
Subito fu aperta una inchiesta affidata al sostituto procuratore della repubblica Serena Menicucci.
 
Zanardi a Siena è rimasto fino  al 21 luglio e in questo periodo è stato sottoposto ad altre due operazioni. Poi è stato trasferito su decisione della famiglia, in un centro specializzato di riabilitazione funzionale  in provincia di Lecco . Si tratta di Villa Beretta di Costa Masnaga,presidio di riabilitazione dell'ospedale Valduce per cure di recupero.
 
Da qui però era stato portato lo scorso 24 luglio nella terapia intensiva dell'ospedale San Raffaele di Milano perchè le sue condizioni  apparivano instabili. Qui è stato sottoposto ad un nuovo intervento, il quarto dall'incidente del 19 giugno per trattare  "alcune complicanze tardive dovute al trauma cranico primitivo" aveva fatto sapere in una nota ufficiale  il San  Raffaele. Attualmente Zanardi è assistito nell'unità operativa di neuro rianimazione. L'ultimo bollettino  sottolinea che "  "dopo un periodo durante il quale è stato sottoposto a cure intensive in seguito al ricovero del 24 luglio il paziente ha risposto con miglioramenti clinici significativi". 

 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi