Lo show di Salvini senza mascherina: «Ora l’emergenza sanitaria non c’è»

«Chiudere i locali irriguardoso per chi ci lavora». E bisticcia con un’oncologa che lo aveva invitato a coprirsi la bocca

FORTE DEI MARMI. Arriva in bicicletta e si infila dentro la hall del lussuoso hotel Villa Grey a Forte dei Marmi , di proprietà di Fabrizio Larini, presidente di Salt, l’autostrada Ligure-Toscana, ex sindaco di centrodestra di Massarosa, altro comune della Versilia. È rigorosamente senza mascherina. Matteo Salvini interrompe le sue vacanze a Forte dei Marmi per una conferenza stampa convocata in fretta e furia ieri, per comunicazioni non meglio precisate. Le elezioni regionali, forse. O la politica nazionale. I bonus dell’Inps. Il processo a Catania per il caso Open Arms. Ma alla fine si parla molto di covid-19. Del fatto che non si devono chiudere le discoteche, «per rispetto dei lavoratori». Si nega, soprattutto, l’emergenza covid-19. Perché «se mi volete convincere del fatto che adesso c’è emergenza sanitaria, ci si sbaglia di grosso», risponde al Tirreno che lo incalza sull’episodio di cui si è reso protagonista il giorno prima al mercato di Forte dei Marmi.

Bonus Inps, Salvini: "Chi sbaglia paga, ma Tridico deve dimettersi"



Gli albergatori versiliani, replica Salvini con un termine desueto da queste parti, dove si preferisce essere chiamati versiliesi - un peccato veniale, dopo che la Lega ha messo Viareggio in provincia di Pisa e non di Lucca - pensano «al suicidio e Il Tirreno si preoccupa di una signora che mi ha fermato al mercato perché non avevo la mascherina?». Solo che la “signora” è Lucia Tanganelli, dirigente medico di oncologia all’ospedale di Lucca, che in questi mesi ha visto morire pazienti e colleghi per il coronavirus. È una dottoressa instancabile: ha sostenuto doppi turni in ospedale, non ha mollato mai. E nel 2018 ha ricevuto, a Milano, pure uno dei premi dedicati a Umberto Veronesi. Ecco, lei mercoledì mattina si è permessa di far notare a Salvini che, essendo in una zona affollata, dove non era possibile rispettare le distanze di sicurezza, avrebbe dovuto indossare la mascherina anche all’aperto. E la risposta del senatore è stata: «Si vada ad autoassembrare».

Coronavirus, Salvini: "Avviso di garanzia al governo? Ha i morti sulla coscienza"



Posizione difesa anche ieri. In conferenza stampa Salvini non mostra un minimo di pentimento per il comportamento “disinvolto”. «Con tutti i problemi economici e sociali in corso in Italia - ribadisce il leader della Lega– Il Tirreno si preoccupa di chi non ha la mascherina?». E i problemi sanitari? Non esistono. «Cinque morti al giorno per il virus sono come 5 morti in un solo incidente stradale». L’unica vera emergenza sanitaria, dice il Capitano, «viene dal mare, sono gli sbarchi» e complice, dice lui, anzi «criminale», è chi li consente. Invece - precisa - «non sono criminali i ragazzi che vengono in Versilia e che stanno in spiaggia. Se c’è una cretina che si fa il tampone e va in discoteca, la colpa è di quella deficiente. Non del locale che quindi non va chiuso». La “cretina” sarebbe (a suo dire) la 20enne di Pisa che sabato è andata alla discoteca Seven apples dopo essersi sottoposta al test, ma avere ancora l’esito. E senza sapere di essere positiva al covid. Lo ha scoperto il giorno dopo, quando è arrivato l’esito del tampone che aveva fatto, di sua spontanea volontà, pur non avendo sintomi, al ritorno da una vacanza in Grecia.

Pietrasanta, ragazza positiva va in discoteca. Salvini: "E' una cretina"



Perciò Salvini insiste che «chiudere il locale è irriguardoso per la gente che lavora. Fare il processo alla Versilia mi sembra irrispettoso». Anche perché, aggiunge , lo dicono anche i medici «che il virus adesso non è più lo stesso». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA