Gli assessori a rischio “incandidabilità”: cosa c’è dietro la guerra delle deroghe nel Pd

In forse le candidature degli zingarettiani Ceccarelli e Remaschi: avrebbero superato il limite del secondo mandato. Deciderà la direzione regionale, i loro pacchetti di preferenze potrebbero essere decisivi nei collegi. Se li fa fuori, il Pd rischia di regalare voti a Salvini. Ma per i post renziani di Marcucci, Lotti & C. c’è in ballo la sopravvivenza in un partito in cui non si sentono più a casa ma in albergo