Violenza sulle donne, la corte del Lussemburgo cancella il "listino della vergogna"

La sentenza si deve a una donna residente a Torino mai risarcita dai suoi violentatori, condannati a 10 anni e mezzo, ma latitanti. È grazie alla sua battaglia che dopo oltre 15 anni l’Italia dovrà mettersi al pari con l'Europa negli indennizzi alle vittime