Vietato mettere a disposizione giornali in consultazione nei bar e dai parrucchieri

Lo ha stabilito il presidente della Regione Toscana: la consultazione promiscua delle riviste rappresenta una possibilità di contagio